Viola,la parola al Coach

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/iN6UWhEWyz4″ frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

Viola,la parola al Coach

{iframe} http://www.youtube.com/embed/kTOrS5fB0OM” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

 

Viola,la parola al Coach

 

 

Una partita , quella consumata a Codogno, che ha dato dei risultati forse oltre le previsioni, non solo una vittoria, ma una vittoria con un distacco significativo.”Più che allo scarto, io guardo alla prestazione, davvero eccellente, ed alla forza dell’avversario- ha commentato coach Ponticiello- Casalpusterlengo era reduce da due successi consecutivi, motivatissimo, deciso a riagganciare quanto prima la zona playoff. Tutti questi aspetti mi inducono ad essere particolarmente soddisfatto, siamo evidentemente sulla buona strada”,

L’innesto di Piazza ha lasciato il segno, un esordio che non ha lasciato all’avversario il tempo di reagire, la squadra e’ parsa molto più veloce dal punto di vista del ritmo di gioco, il coach ha evidenziato le motivazioni del cambiamento:

“Sono oramai due settimane che lavoriamo contemporaneamente su un doppio binario: da un lato ristrutturare i nostri equilibri offensivi e difensivi, dall’altro la preparazione della partita della domenica. E’ come se i due piani si sovrapponessero. Nello specifico del match con Casalpusterlengo, il piano partita era quello di costruirci quanto più possibile tiri ad alta percentuale, in equilibrio, ed in tal modo togliere ai lombardi la loro arma migliore, il contropiede. Ovvio che la presenza di Piazza, oltre al contributo che è visibile la domenica e che a Codogno è stato di altissimo livello, contribuisca anche a velocizzare durante la settimana il processo di apprendimento dei nuovi giochi e soluzioni. Diversi aspetti che, uniti come in un assemblaggio di un pazzle, dovevano aiutarci con Casalpusterlengo, ma nello stesso tempo far progredire la squadra anche oltre l’appuntamento di domenica. Concretamente, da un lato enfatizzare il fattore energetico, dall’altro, dal martedì al sabato, farci entrare chirurgicamente nei nostri dispositivi di organizzazione difensiva e migliorarli. Direi che tutto sia andato secondo le nostre aspettative e sforzi”,

Oltre al miglioramento collettivo, continua ad emergere la determinazione di elementi come Germani e Fabi, il coach ha commentato: “Parliamo di un 92 e di un 91, due giocatori molto giovani e di indubbio talento, che avevano bisogno di scrollarsi di dosso tutta la frustrazione accumulata in settimane difficili. Da questo punto di vista, ritengo che il loro impegno, così come quello di tutti, in particolare dei più giovani, debba essere ora rivolto alla necessità di cavalcare positivamente l’onda, diretto a moltiplicare quanto più possibile le energie e portare a compimento quanto di buono si è per ora solo intravisto, ora non si deve assolutamente abbassare la guardia,è necessario che tutti debbano pensare fortemente che non si è ancora fatto nulla. La risalita, anche alla luce del difficilissimo calendario di dicembre, è appena cominciata, bisogna ancora fare tanto. Come dicevamo dopo Bari, è indispensabile pensare che si è fatto qualcosa di buono, ma che si possa e si debba fare ancora di meglio”. Pomeriggio, la squadra riprenderà con la sessione di allenamenti:” Lavoreremo in assoluta continuità con le settimane precedenti- ha concluso coach Ponticiello-tenere insieme organizzazione ed energia, l’immediato e la progettualità a medio termine. L’unico fattore nuovo è che si possa lavorare con minore pressione, ma guai a fare un passo indietro. Perderemmo tutto quanto di buono è stato fatto in questi 15 giorni.”

Ufficio stampa Viola Reggio Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons