Viola,parla il Coach

 

 

Non è soddisfatto coach Francesco Ponticiello della prestazione dei suoi al PalaCosta di Ravenna. Si tratta della terza sconfitta consecutiva per i neroarancio che sembrano aver smarrito la dimensione di squadra conquistata nelle scorse settimane. “Abbiamo giocato una partita nervosa e ansiosa – ha detto il coach – trascinandoci dall’ultima gara contro Firenze un approccio difensivo poco efficace. Un limite, questo, che ha favorito la crescita in fase di attacco di Ravenna. Non abbiamo giocato ai ritmi che avremmo voluto e potuto, soprattutto nella fase finale in cui, dopo il recupero, ci eravamo avvicinati agli avversari. Non sono soddisfatto – ha proseguito coach Ponticiello – della prestazione difensiva e credo che, anche in attacco, abbiamo peccato di eccessivo individualismo. Abbiamo fatto ciò che uno sport come il basket non consente: ci siamo illusi di risolvere singolarmente le azioni e non abbiamo avuto la pazienza di coinvolgere i compagni. Per tornare a vincere dobbiamo ritrovare la dimensione di una pallacanestro pulita e disciplinata che poi è quella che ha portato questa squadra a dominare cinque partite consecutive, prima di questo finale di campionato. Adesso dobbiamo recuperare quella dimensione e quella attenzione di cui forse non eravamo consapevoli. Dobbiamo amministrare al meglio il vantaggio rispetto a Firenze, per conquistare la salvezza domenica prossima contro Mantova. Tutto il resto – ha concluso coach Francesco Ponticiello – passa in secondo piano. Gli imperativi sono giocare meglio in difesa e giocare insieme in attacco”.

Viola, parla il Coach

 

 

Questo il commento di coach Ciccio Ponticiello nel post partita di Ferrara-Viola: «Al di là della partenza non perfetta, sono contentissimo della prestazione dei ragazzi che stavano firmando un vero e proprio colpaccio. Il risultato finale anche questa volta non fotografa pienamente l’andamento della gara, ma è stato evidente che l’esperienza dei giocatori della Pallacanestro Ferrara ha fatto la differenza. Loro sono stati bravi a non “perdere la testa” e a riagguantare la gara dopo il nostro vantaggio. I miei giocatori nonostante la giovane età, e qualche assenza, hanno dimostrato di aver interpretato perfettamente la gara. Partita dopo partita stanno dimostrando la giusta intensità e la giusta convinzione. Ora dobbiamo trovare solo la continuità nei risultati, sono convinto che non mancherà molto per la prima vittoria lontana da Reggio. Torniamo a casa con la consapevolezza di aver giocato bene e pronti per una gara casalinga importante».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons