Vis,la sconfitta che non ti aspetti

 

 

Arbitri: Luca di Catania e Micino di Cosenza.Tiri Liberi: 16/17. Rimbalzi: 25 22+3 (Di Simone 9). Assist: 16 (Fathallah 10).Basket Empedocle: Fiannaca 2 (0/1, 0/2), Gangarossa 9 (3/4, 1/6), Fathallah 19 (4/8, 1/1), Rotolo 18 (8/11), Di Simone 13 (4/9, 1/3), Guarnaccia 9 (2/2, 1/3), Narbona. Allenatore: Fillari.Tiri Liberi: 3/6. Rimbalzi: 30 19+11 (Carnazza 6). Assist: 18 (Tramontana 6).Vis Reggio Calabria: Costa D. 15 (4/5, 2/2), Tramontana 6 (3/7, 0/1), Grasso 6 (3/6, 0/3), Carnazza 9 (3/6, 1/5), Costa R. 13 (5/8, 1/1), Vozza 6 (2/5, 0/5), Barrile 4 (2/5, 0/1),  Suraci 4 (2/4), N.E.: Cedro. Allenatore: D’Arrigo.
(21-19, 20-18, 8-14, 14-19)Vis Reggio Calabria – Basket Empedocle 63-70 Questo il tabellino della gara:Il brutto ko casalingo decreta il sesto posto matematico in classifica. Bisognerà attendere i risultati di oggi per capire se il primo turno dei play off (andata il 27 aprile) i reggini lo giocheranno contro Mazara o Acireale.   Ancora una volta Porto Empedocle, dopo il blitz dello scorso 15 dicembre, si dimostra indigesta per il quintetto di coach D’Arrigo, violando per la seconda volta in stagione l’impianto di Largo Botteghelle. Eppure i bianco/amaranto non avevano iniziato male, raggiungendo anche la doppia cifra di vantaggio (35-25) a metà del secondo quarto. Da li in poi, però, si è spenta la luce sia in attacco che in difesa. Gli ospiti, guidati dagli scatenati Fathallah, Rotolo e Di Simone, hanno lentamente girato l’inerzia della gara a loro favore, al cospetto di una Vis incapace di reagire e spentasi progressivamente col passare dei minuti.Doveva essere la partita che sanciva l’ottimo campionato della Vis, quella che poteva garantire un piazzamento play off importante dopo una fase a orologio condotta quasi sempre ad alti livelli. Già, doveva. Il parquet del PalaBotteghelle, ahimè, ha però raccontato un’altra verità. Contro una squadra già retrocessa, senza alcuna motivazione e presentatatasi in riva allo Stretto con soli 7 effettivi, i reggini hanno offerto il peggio di loro, vanificando così in 40 minuti tutte le speranze di potersi giocare il quarto di finale dei play off col fattore campo a favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons