AGRIGENTO E TREVISO CERCANO IL PARI, SI GIOCA QUESTA SERA

Il pregara:Ferentino e Fortitudo Bologna cercano l’allungo dopo gara uno.

Martedì 17 maggio, ore 20.30

Villorba: De’ Longhi Treviso-FMC Ferentino (Serie: 0-1 Ferentino)
Porto Empedocle: Moncada Agrigento-Eternedile Bologna (Serie: 0-1 Fortitudo Bologna)

Mercoledì 18 maggio, ore 20.30

Brescia: Centrale del Latte Amica Natura-Orsi Tortona

Mercoledì 18 maggio, ore 21.00

Scafati: Givova-Andrea Costa Imola

DE’ LONGHI TREVISO – FMC FERENTINO

Dove: PalaVerde, Villorba (Tv) Quando: martedì 17 maggio, 20.30 Arbitri: Belfiore, Brindisi, Giovannetti Serie: 0-1 Ferentino
In diretta esclusiva su Sky Sport 3 HD

QUI TREVISO
Stefano Pillastrini (allenatore) – “In gara 1 abbiamo pagato un inizio con amnesie difensive e una serie di errori cruciali in attacco da sotto nel momento chiave in cui potevamo prendere in mano la partita, poi nel finale loro sono stati lucidi e hanno vinto meritatamente. Ma non è finita assolutamente, domani (martedì) gara 2 sarà una partita-chiave della serie e saremo agguerriti per pareggiare il conto. Con gli opportuni aggiustamenti possiamo fare molto meglio, soprattutto in difesa dove abbiamo concesso troppo ai loro americani e dove dovremo in ogni caso essere molto più efficaci di ieri sera (domenica). Frecce al nostro arco ne abbiamo ancora parecchie, starà a noi scoccarle nella direzione giusta domani (martedì). Nulla è perduto, siamo fiduciosi di poter tornare in carreggiata”.
Ty Abbott (guardia) – “Ieri (domenica) abbiamo sbagliato parecchi tiri facili e non abbiamo sfruttato del tutto le occasioni che ci ha dato la partita. Anche in difesa possiamo certo fare meglio. Proprio perché abbiamo margini di miglioramento notevoli rispetto a gara 1 penso che, facendo tesoro dei nostri errori e cercando di limare i difetti della prima partita, possiamo vincere domani (martedì) e riequilibrare la serie, ma ci vorrà una prova di squadra importante”.

QUI FERENTINO
Luca Ansaloni (coach) – “Vincere all’esordio fa sicuramente bene, ma nei termini della serie non cambia molto la concentrazione che dovremo avere. Treviso proprio con Casale ha perso all’esordio, poi sappiamo tutti come è andata. C’è molto da migliorare nella serie, sopratutto nel muovere la palla quando la difesa di Treviso diventa molto fisica. Abbiamo avuto in gara 1 delle pause che dobbiamo cercare di migliorare e poi maggiore attenzione in difesa. Mi aspetto che Treviso in gara 2 metterà più attenzione anche perché ci studierà molto meglio rispetto alla gara di domenica. Mi aspetto un approccio sicuramente diverso da parte di Treviso martedì e noi dovremo farci trovare pronti. Penso che se giocheremo con la giusta tranquillità e determinazione potremo dire la nostra anche in gara 2. Se giocheremo in maniera molto più leggera, invece, il rischio è quello di subire troppo il ritorno di Treviso”.

Massimo Bulleri (giocatore, grande ex del basket trevigiano) – “Ieri (domenica) è stato il momento più toccante ed emozionante della mia carriera. Questo è un posto speciale e lo sarà per sempre, tornare a giocare qui al Palaverde per me è un’emozione unica. La gara di martedì? In gara 1 abbiamo giocato una bella partita, i nostri americani sono stati decisivi, ma tutta la squadra ha fatto bene, ora dobbiamo stare con la testa bene concentrati per domani (martedì), Treviso vorrà riscattarsi e noi dovremo tenere lucidità e carattere per un’altra sfida che mi aspetto combattutissima”.

MONCADA AGRIGENTO – ETERNEDILE BOLOGNA

Dove: PalaMoncada, Porto Empedocle (Ag) Quando: martedì 17 maggio, 20.30
Arbitri: Borgo, Galasso, Capotorto
Serie: 0-1 Fortitudo Bologna

In diretta su LNP TV Pass: https://tvpass.legapallacanestro.com/index.php/2016/05/12/moncada-agrigento-vs- eternedile-bologna-2/?lang=it

QUI AGRIGENTO
20140208_105656Franco Ciani (allenatore) – “Abbiamo perso la prima gara in una serie di cinque, una serie che considero assolutamente aperta dopo una gara 1 molto equilibrata. Da parte nostra dobbiamo ritrovare l’intensità difensiva che abbiamo avuto nella serie con Mantova, dobbiamo giocare con quel tipo di ritmo. Siamo 0-1 ma non dobbiamo dare eccessivo peso al risultato di una singola partita, le serie si vincono anche alla quinta dopo molti rovesciamenti di fronte, come abbiamo visto sempre nei playoff, anche quest’anno. Bologna è quella che ci aspettavamo: una squadra di grande qualità, mentalità, atteggiamento, una avversaria di forza conclamata. Dobbiamo migliorare su alcuni dettagli sui quali non abbiamo avuto la necessaria attenzione domenica”.
Note – Indisponibile Albano Chiarastella.

QUI BOLOGNA
Matteo Boniciolli (allenatore) – ”Nonostante la stagione di Flowers sia finita, lui sarà uno degli americani della prossima stagione anche se dovessimo giocarne metà con uno straniero solo. Detto ciò, ringrazio la Società di Agrigento per la collaborazione e la disponibilità manifestate. Faccio l’allenatore professionista da circa 30, il capo da quasi 20 e quanto accaduto ieri (domenica) è da sottolineare, con il loro Presidente che è venuto subito a chiedere informazioni sul giocatore infortunato. Noi siamo consapevoli del valore di Agrigento, lo scorso anno eravamo terzi in Serie B, oggi siamo a questo punto, e sono già soddisfatto. Chiaro che cercheremo di andare avanti ma quando un allenatore vede la propria squadra reagire in questo modo, recuperare e tenere la botta emotiva dell’uscita di un giocatore così importante, con un 18enne che gioca in questo modo, allora ci si sente con la coscienza a posto. È stata una partita bellissima, la serie sarà lunga. Siamo stati due mesi senza Flowers, abbiamo giocato 8 partite senza di lui vincendone 4: con questa media abbiamo qualche possibilità di passare il turno, poi con Campogrande titolare vedremo cosa fare. Siamo arrivati dove volevamo essere. Piazza? È uno dei migliori play viventi”.
Valerio Amoroso (giocatore) – “È iniziata male, poi abbiamo aspettato la partita e alla fine è andata meglio, con la palla che entrava da sola. La vittoria di ieri (domenica) ci dà tanta carica, dopo l’infortunio di Flowers

potevamo andare a fondo ma ho cercato anch’io di dare la scossa alla squadra perché queste cose ti abbattono. Flowers è un giocatore importante sia fuori che in campo. Ora cerchiamo di recuperare le forze perché loro sono un po’ corti, ma si ridurranno le rotazioni anche per noi. Sono fiducioso per il contributo che potranno dare i nostri giovani. Spero reagiscano bene. I nostri tifosi? Fantastici, mai vista una cosa del genere ma complimenti anche ad Agrigento, un pubblico corretto, a cui piace la pallacanestro”.

 

Show Buttons
Hide Buttons