B Dil: Stop per l’Alcaro Catanzaro sul campo della MiaCard Basket Ceglie, decisivo il finale di gara

Tanta la voglia dei padroni di casa di superare un avvio di campionato non brillante facendo leva non solo sulle direttive del nuovo trainer ma soprattutto sulle qualità di un giocatore di categoria come Damiano Faggiano, anch’egli alla prima in casacca cegliese, nei dieci al posto del giovane Samoggia. Qualche problema di formazione per coach Restivo che gioca con 7 uomini, ma potremmo dire praticamente con sei se consideriamo un doppio antisportivo fischiato a Bojan Radovanovic nell’ultimo tempo che è costato la presenza sul parquet al n. 12 calabrese nella parte finale e forse più importante della gara e i 6 minuti concessi a Luigi Carella (foto 2), sufficienti comunque al giovane giallo-rosso per infilare la prima tripla di questo campionato. Come da vigilia, assente, o meglio a referto nei dieci ma non utilizzato, Andrea Cattani che coach Restivo spera di recuperare al meglio per le prossime importanti sfide. Straordinari in campo quindi per i migliori realizzatori della serata Saccoccio (17) e Di Marco (18) (foto 3), con 40 minuti filati a testa, mentre maggiori avvicendamenti quelli a disposizione di coach Binetti che ha fatto ruotare i 9/10 del proprio roster trovando risposte più che positive da Marinelli (18) (foto 4) e Marra (14), mentre sotto canestro la gara a rimbalzo è stata tutta per Mlinar e Motta con il risultato a favore del primo per 17 a 10. Non comincia bene l’Alcaro che subisce nei primi 4’ un parziale di 9-0 dal trio Marinelli-Faggiano-Motta. La prima tripla di Saccoccio sblocca l’attacco catanzarese che trova con più continuità la via del canestro  ribaltando la situazione al 10’ con Radovanovic chiamato ai liberi da fallo di Chirico e preciso nell’insaccare il 2/2 del 13-17. Ancora Catanzaro che sfrutta i propri lunghi volando sul +8 (13-21) al 12’, gap che la MiaCard riesce a ridurre al minimo (20-21) con un break di 7-0 firmato da Marra, Marinelli e Motta. Due triple in successione di Saccoccio e Di Marco ristabiliscono un certo vantaggio fra le due squadre, stacco che però l’Alcaro non riesce mai a gestire fino in fondo subendo ciclicamente i ritorni degli ostici avversari che si riportano in scia al 16’ con Marinelli che realizza il 25-27. Se Catanzaro tenta la fuga (25-31), Ceglie ribatte colpo su colpo e con un break di 9-2 in finale di tempo sovverte il risultato sul tabellone che al 20’ vede avanti i padroni di casa per una sola lunghezza (34-33). E’ un botta e risposta che continua anche nella terza frazione che si chiude con i giallorossi avanti di 3 punti (44-47). Una gara giocata sul filo dell’equilibrio fino alla fine quando, come detto, gli episodi scrivono il finale. Sale il nervosismo per una vittoria che vale molto per entrambe le contendenti e decisa dalla lunetta dove un freddo Marra trasforma in punti entrambe le possibilità e chiude la partita con il risultato di 67-64.

Una gara in cui l’Alcaro ha fatto affidamento a giochi più perimetrali rispetto ad una MiaCard che ha preferito sfruttare le potenzialità dei propri uomini in area (le percentuali a fine gara parlano di 53% da 2 pt e 28% da 3 pt per i padroni di casa contro un 38%da 2 pt e 42% da 3 pt per gli ospiti) e un maggior gioco di squadra con 22 assist a 10 per gli uomini di coach Binetti.

Una settima giornata i cui risultati spaccano a metà la classifica con tre squadre al comando con 12 punti (Viola RC, Capo d’Orlando e NB Campobasso), altre quattro ad inseguire a quota 8 (Catanzaro, Mens Sana Campobasso, Francavilla e Melfi) e giù tutte le altre. Proprio il prossimo turno potrà apportare significative variazioni per la calabresi impegnate in due derby di classifica: Catanzaro ospiterà fra le mura amiche la Mens Sana Campobasso dell’ex Toni Saccardo in una sfida che varrà la seconda posizione mentre la Viola RC ospiterà, ancora sul neutro di Polistena, Capo d’Orlando per il big match dell’ottava giornata di campionato la cui vittoria si tradurrà di leadership del girone.

Questo il tabellino della gara:

MIA CARD BASKET CEGLIE – ALCARO GROUP CATANZARO  67-64

(13-17; 34-33; 44-47)
CEGLIE: Marra 14, Brunetti 8, Consoli, Faggiano 7, Chirico 8, Ucci 2, Motta 10, Simone, Marinelli 18, De Sanctis ne. Coach: Francesco Binetti
CATANZARO: Saccoccio 17, Mlinar 12, Di Marco 18, Fevola 5, Ippolito ne, Radovanovic 4, Candela 5, Cattani ne, Scuderi ne, Carella 3. Coach: Antonello  Restivo
ARBITRI: Peppino Bernardi di Termoli (CB) e Nicola Faustoferri di Bojano (CB)

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons