C Femm: Per la San Michele buona anche la seconda

 

Ancora una volta un primo quarto in ombra della compagine catanzarese che non solo arriva alla prima pausa breve in svantaggio di quattro misure (12 a 8), ma per il resto della gara dovrà fare a meno dell’apporto importante di Astorino Marcella, espulsa a tre minuti dalla fine del quarto per comportamento irriguardoso nei confronti di un dei direttori di gara.

Il tutto fa pensare al preludio della prima sconfitta delle catanzaresi, ma così non è. Al rientro ben galvanizzate del Presidente Otello Celia che per l’occasione ricopre regolarmente il ruolo di allenatore (I° allenatore costretto a casa per motivi di salute), tirano fuori la grinta e con palese superiorità tecnica prendono le redini della gara ribaltando il parziale che le vede giungere alla pausa lunga in vantaggio di dodici lunghezze. Il secondo tempo riprende con la squadra di Catanzaro in regia per tutto il resto della gara, concedendo alcuni sprazzi di gioco alla squadra di casa con le giocate della giovane Osso Ylenia che, pur se ben contenuta da una grande difesa esasperante dell’altrettanto giovane Carpino Giorgia e scarsamente coadiuvata dalle proprie compagne di squadra, chiude la sua prestazione in doppia cifra (21) ammainando successivamente le vele, alzando bandiera bianca e riconoscendo con grande sportività la superiorità delle avversarie ed in particolare del suo “angelo custode” Carpino.

Per la San Michele da segnalare l’importante reazione di tutto il gruppo a difesa del proprio canestro, con la conferma sotto i tabelloni della Fratto. In attacco determinante l’apporto in doppia cifra in cabina di regia del play Raiola Silvia (26) migliore realizzatrice, ancora una volta di Carpino che si fa rispettare anche in fase offensiva (14) e dall’importante apporto dato da Fregola Doriana che, entrata in campo nel momento più delicato della partita conseguente all’espulsione di Astorino, con lucidità e concentrazione si assume la responsabilità di importanti e decisivi interventi, sia in fase offensiva che difensiva, dando la giusta serenità per il resto della gara alle proprie compagne.

JULITTA B. TORTORA – SAN MICHELE CATANZARO 39-67

(12-8, 22-33, 28-54)

JULITTA B. TORTORA: Salpa A. 6, Ciccia C., Maimone C., Osso Y. 21, D’Agostino I. 6, Castiglia A., Mariano E. 2, Russo E. 2, Trioli A., Faillacve C. 2.  

SAN MICHELE CZ: RaiolaS. 26, Carpino G. 14, Fregola D. 6, Fratto F. 13, Procopio S., Pudia A. 2, Purgatorio A. 4, Szafran I. 2. 

ARBITRI: Gazzaneo Gianluca e Gazzaneo Giuseppe di Castrovillari (CS)

                                                                                                                                                  Ufficio Stampa

                                                                                                                                             San Michele Catanzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons