C Reg:Coach Dattola vuole il meglio

 

 

Coach,innanzitutto come hai vissuto gara uno di finale PlayOff?

Direi tutto sommato in maniera abbastanza tranquilla nonostante la tensione di una finale, il fatto di giocarla per il secondo anno consecutivo mi ha aiutato a sentire meno emozione e quindi è stato più facile gestire le situazioni della partita.

 

Ci puoi fare un bilancio del tuo secondo anno al Villa ?

È’ un bilancio molto positivo, dopo aver raggiunto la finale lo scorso anno, non era certamente facileripetersi, abbiamo cambiato qualche elemento cercando ancora di più la pericolosità sul perimetro e perdendo magari qualcosa in centimetri sotto canestro, un gioco che a me piace particolarmente e mi ha dato la possibilità di continuare il lavoro iniziato la passata stagione, ci siamo confrontati con squadre di varia tipologia e ci siamo sempre comportati in maniera egregia, arrivando anche quest’anno a giocare i play off e dopo una semifinale molto sofferta per via di tanti intoppi capitati nell’arco delle tre partite, nell’ultima delle quali praticamente tutti ci davano perdenti prima e durante la gara, soprattutto per come si era messa, ma come spesso ci accade nelle situazioni di difficoltà, tiriamo fuori quel carattere che ci ha permesso in situazioni di difficoltà di risollevarci in diverse occasioni e abbiamo vinto una grandissima partita, oserei dire una grande impresa, senza nessunissimo tipo di favore a dispetto di quello che qualche “pseudo” tifoso ha pensato e manifestato, ma solo con tanta grinta, cuore e voglia di vincere. Ci stiamo giocando la nostra seconda finale consecutiva e questo dimostra che comunque siamo stati in grado di creare un gruppo che funziona bene a prescindere dal singolo elemento.

 

 

In gara due ritorna Seby Canale,hai patito la sua assenza?

 

Si, rientra Seby Canale, pedina che ci è certamente mancata sia in gara uno che in semifinale, principalmente per l’intensità difensiva che riesce a mettere durante la gara e che serve da stimolo anche alla squadra, senza tralasciare l’apporto offensivo che riesce a dare.

 

Sconfitta di diciotto e palla direttamente a gara due.Vincere o salutare per il secondo anno la stagione da secondi.Un pronostico?

 

Una sconfitta pesante nel punteggio finale certamente, ma devo dire che la partita ha fornito diversi spunti positivi, siamo partiti veramente bene all’inizio giocando un buon basket e andando anche avanti nel punteggio mentre loro sono partiti più contratti, nei secondi due quarti abbiamo sofferto in attacco non trovando buone soluzioni offensive, pecca dei pochi allenamenti che abbiamo fatto per provare certe cose insieme, ma che cercheremo di sistemare in questa settimana, tutto questo ha pesato e la tensione di una finale ci ha limitati mentalmente fino a perdere sicurezza e lucidità anche in fase difensiva. In gara due cercheremo di vendere cara la pelle, non sarà facile, ma siamo in grado di giocarci questa partita alla pari contro una squadra molto forte con la quale ci siamo sempre confrontati lealmente in partite ad alto tasso agonistico ma con molta sportività; a Cosenza in gara uno nonostante la sconfitta sono stato il primo ad applaudirli perché giocare una finale play off con la tensione che comporta non è facile, giocarla con la massima correttezza e rispetto dell’avversario da entrambe le parti e’ sicuramente da sottolineare. Detto ciò vogliamo puntare a vincere per andare a giocarci gara tre dove tutto può succedere, non dovessimo riuscirci abbiamo raggiunto comunque un grandissimo risultato perdendo contro una grande squadra.

 

C Regionale per la prima volta senza stranieri.Qual’è il giocatore straniero visto in questi anni trascorsi che avresti voluto in una tua squadra?

 

Hai detto bene, primo anno senza stranieri, l’auspicio pero’ sarebbe continuare cosi con un numero maggiore di squadre e non un campionato ridotto ai minimi termini come quello che sta sta per finire. Di giocatori stranieri ne ho visti veramente tanti in questi anni di C regionale, uno su tutti che avrei voluto avere e’ Billy Fall, un giocatore che nella mia tipologia di squadra ci starebbe a pennello perché mi garantirebbe solidità difensiva e presenza a rimbalzo per poter giocare molto in contropiede come piace a me.

 

Poca gente al Palazzetto silano,tanti tifosi da Villa.Non sarebbe ora di ritornare finalmente ad avere un Palazzetto nella città villese? Ci sono novità al riguardo?

 

Esatto, molti tifosi da Villa e tantissimi a Villa, anzi ad Archi, perche’ noi giochiamo praticamente tutte le partite fuori casa, in gara tre di semifinale sono stati la nostra grande spinta, proprio per questo ci vorrebbe finalmente un piccolo sforzo per arrivare ad avere un palazzetto a Villa, cosa che ci permetterebbe intanto di poter giocare davanti ai nostri tifosi che potrebbero essere sicuramente più numerosi, seconda cosa potrebbe consentire di far crescere un movimento sin dai più piccoli che ha però bisogno di strutture per poter progredire. So che lo scorso anno era stato presentato un progetto, ma sinceramente non ne conosco gli sviluppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons