Catanzaro sfodera l’arma in più in arrivo dagli Usa

 

 

Innanzitutto bentornato in Calabria. Ci raccontano di una tua esperienza negli Stati Uniti, dove sei stato con precisione?

Grazie mille e sono contentíssimo di essere tornato in Calabria per dare il mio modesto contributo alla Planet Catanzaro.

Io sono andato in Florida ad un’Academy chiamata Impact Basketball a Sarasota, li ci sono Giovani di tutte le parte del mondo che si preparano per andare al college e allo stesso tempo giocano a basket.

Era un avventura legata al basket?

In parte era legata al basket ma pure cercavo di trovare un’Universita dove potevo giocare e studiare allo stesso tempo.

Ritorni a Catanzaro per giocare un PlayOff importantissimo per i colori giallo-rossi, com’è stato il tuo esordio?

Innanzitutto sono contento che abbiamo raggiunto nostro primo obietivo che era vincere a Catanzaro in gara uno contro Marsala. Purtroppo arrivo da un período di problemi muscolari e naturalmente ancora devo adattarmi al gioco della squadra e alla differenza di gioco in rispetto a quello negli Stati Uniti ma comunque la tendenza è migliorare nelle prossime partite. In ogni caso ho gradito tantissimo il supporto e fiducia del mio Coach Fabrizio Tunno e dei miei compagni di squadra.

Che aria si respira all’interno del tuo gruppo?

L’aria senza dubbi è positivíssima, questo gruppo è molto coeso, noi siamo una squadra fatta da amici. Siamo consci delle nostre responsabilità ma credo che, allo stesso tempo siamo abbastanza sereni per provare a raggiungere il nostro obiettivo.

C’è grande voglia di B, dico bene?

Esatto! Purtroppo non sono tornato in tempo di giocare con la finale regionale l’under 19 ma ho fatto di tutto per venire a Catanzaro e mettermi a disposizione di Coach Tunno e della società per i Playoffs. Tutta la squadra è formata da ragazzi cresciuti nei settori giovanili di Catanzaro e senza dubbi teniamo abbastanza la promozione della squadra.

Dopo tanti anni maturando in serie c2, c1 e  b2 penso che sia l’ora di dare questo regalo alla società che ha investito tanto su i giovani. Vogliamo lasciare un buon ricordo nella storia del basket a Catanzaro.

Cosa ti era mancato di più del network giallo-rosso?

Senz’altro l’ambiente. Tutto il roster della Planet mi ha sempre trattato con molta simpatia ed affetto(Qui in foto con Coach Danilo Chiarella, suo grande estimatore ndr). Ci sono tante persone che veramente ci tengono al basket ed alla squadra; sono tutti coinvolti in una maniera unica e mi hanno sempre fato sentire come se fossi a casa.

Raccontaci la storia cestistica di Angelo, come sei arrivato a questo sport?

Come da buon brasiliano primo giocavo a calcio ma per motivi ovvi (l’altezza e struttura fisica), un coach di basket della mia scuola mi há invitato ad andare ad allenarmi con la squadra. Ho iniziato con il basket tardi, con 11 anni, ma mi sono subito innamorato dello sport e dopo un anno che frequentavo gli allenamenti e giocavo per la scuola un club conosciuto in Brasile mi ha fatto un invito. Sono rimasto per 4 anni a giocare sempre nellostesso team e li in Brasile sono stato chiamato per la nazionale under 15, ho vinto il titolo delle regione e sono stato campione brasiliano ed indicato al top 5 giocatori del campionato per 3 volte. Con 15 anni, a dicembre del 2010 cercando nuove sfide sono venuto in Italia per giocare a basket ed adesso mi trovo con un nuovo impegno negli Stati Uniti nell’universita di Rochester a NY.

Quali sono i tuoi idoli nel basket? Il tuo sogno?

Il mio idolo in assoluto è Michael Jordan, lui ha veramente cambiato il basket. Adesso sono un gran fan di Kevin Durant e Tony Parker, tutte due sono signori giocatori.

Il mio sogno è di continuare a giocare basket dopo aver finito gli studi in america,  non sono sicuro se riuscirò a diventare un professionista ma comunque questo sport mi ha portato tante opportunità e mi ha regalato la possibilità di studiare in una buonissima università negli Stati Uniti ed in contemporanea continuare a giocare lo sport che amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons