Conferenza Stampa Viola

{iframe} http://www.youtube.com/embed/-LpO6cCktw4″ frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 Comunicato Stampa

“La squadra e lo staff tecnico sono al completo, gli obiettivi della dirigenza chiari e definiti, insomma la Viola è pronta”. E’ un messaggio semplice e diretto quello lanciato dal presidente della Viola, Giusva Branca ma, come lui stesso tiene subito a precisare “per nulla scontato”, specie se consideriamo che manca più di un mese all’inizio del campionato. Ma gli ultimi due mesi sono stati contrassegnati da un intenso lavoro che, evidenzia ancora Branca “è stato sempre portato avanti con grande trasparenza e in linea con gli impegni che abbiamo assunto sin dal primo giorno. Un aspetto che mi piace sottolineare è che gran parte dello staff neroarancio opera in forma volontaristica e questo ritengo sia uno dei fattori chiave per creare il giusto clima intorno alla nostra società. Tutte le componenti sono pronte per la nuova avventura e posso garantire che si tratta di un team di grandissima qualità. Stiamo intensificando – aggiunge il presidente della Viola – l’attività progettuale finalizzata a riportare la squadra e i suoi colori nella città, tra la gente. In tal senso abbiamo da poco chiuso un accordo con il liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” che con i suoi oltre duemila studenti costituisce per noi un riferimento importantissimo. E di qui a breve partiranno altre analoghe iniziative che legheranno la squadra al tessuto cittadino. A partire dai primi giorni di settembre daremo il via vero e proprio alla campagna abbonamenti e auspichiamo che la città risponda a questo progetto che non è solo sportivo, con entusiasmo. Stiamo osservando con grandissima attenzione – sottolinea Branca – anche il capitolo impianti. Per quanto riguarda il centro sportivo di Modena abbiamo finalmente ottenuto la delibera dal consiglio provinciale e dunque aspettiamo solo di poter assumerne la gestione dopo la sigla della convenzione. Sul fronte PalaCalafiore invece, stiamo seguendo in modo asfissiante una vicenda che resta per alcuni aspetti ancora molto delicata. Voglio ringraziare il rettore Pasquale Catanoso che a messo a disposizione in forma gratuita i tecnici della facoltà di Ingegneria della Mediterranea nei giorni scorsi e il Genio Civile, per la documentazione relativa all’agibilità. I lavori dell’impianto sono quasi ultimati, mancano solo alcune piccole verifiche. Adesso però la città e le autorità competenti devono dimostrare di essere pronti. Deve essere completata la pratica relativa alla concessione dell’agibilità. Al Comune non si trovano al momento dei documenti utili alla stesura della perizia statica che è l’ultimo passaggio per poter attivare la commissione di vigilanza. La situazione è comunque pienamente sotto controllo ma sarà importante prestare la massima attenzione in questo mese di settembre. Noi, in ogni caso, comunicheremo tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

 

“Sono stati mesi di duro lavoro – afferma il direttore sportivo della Viola, Gaetano Condello – per cercare di fare mercato in un momento certamente non favorevole per le difficoltà congiunturali che tutti conosciamo. Credo però che i risultati raggiunti siano soddisfacenti perché consegniamo al coach la squadra che lui desiderava. Un gruppo competitivo da un punto di vista tecnico che può fare molto bene. A guidarlo ci sarà uno staff di primissima scelta e la presenza a Reggio di Benedetto e Vanoncini non è per nulla scontata. Tutte le persone che compongono lo staff sono inserite al posto giusto e siamo pronti per lavorare insieme nell’ambito di un progetto che tutti condividiamo”.

 

Parola al coach neroarancio, Gianni Benedetto: “Abbiamo sposato un progetto tecnico serio e ambizioso, tra mille difficoltà ma con la consapevolezza di poter migliorare il percorso di crescita già avviato in questi anni dalla Viola. Il campo, ovviamente, come sempre dirà la verità. Oggi però possiamo parlare di un programma di lavoro che potrà portarci a realizzare qualcosa di entusiasmante per i tifosi. Guardiamo sempre al nostro glorioso passato con l’idea di provare a riattivare quella passione che negli scorsi anni riempiva il PalaCalafiore. L’impegno dei ragazzi c’è e con l’arrivo di Erik Rush siamo al completo, dunque siamo nelle condizioni di arrivare alla prima partita, che emblematicamente sarà a Treviso, nel miglior modo possibile”.

 

“Avverto buone sensazioni – ha detto in chiusura di conferenza stampa il patron dei neroarancio, Giancesare Muscolino – e forse per la prima volta da quattro anni sembra essere davvero finalmente tutto pronto. Fino ad oggi abbiamo portato avanti un lavoro di ricostruzione necessario per arrivare al punto in cui ora ci troviamo. Grazie ai sacrifici degli scorsi anni oggi possiamo scorgere nuove prospettive legate innanzitutto alla gestione degli impianti. Ma al di là di questo mi piace riscontrare come la città stia piano, piano accogliendo questo nostro progetto su cui forse all’inizio c’era un pò di diffidenza. Si respira dunque un’aria positiva intorno a un’idea che va oltre il basket ma che guarda con grandissima convinzione alla città, alla crescita sociale, all’impegno solidale, all’integrazione. Un ricco mosaico al cui interno cercheremo di trascinare tutto il territorio regionale”.

 

Conferenza Stampa Viola

{iframe} http://www.youtube.com/embed/kF3l_9p637E” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/TBtSDfX5KAw” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

REGGIO CALABRIA – “Ho percepito il buon lavoro svolto dal settore giovanile sin dal primo giorno. Osservando con più attenzione la mia percezione si è trasformata in una certezza circa i grandi risultati ottenuti, sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo”. Con queste parole il presidente della Viola, Giusva Branca, ha posto l’accento sul consuntivo del settore giovanile neroarancio che anche quest’anno si è reso protagonista in positivo con la conquista dei tre titoli regionali under 13, 17 e 19. “Ho sottolineato più volte – ha aggiunto Branca – che il nuovo progetto pone al centro di tutto, proprio il settore giovanile di cui, peraltro, è piuttosto facile parlare quando le cose vanno bene. In tal senso posso assicurare che da parte mia ci sarà un supporto costante e concreto per dare sempre il centodieci per cento. Il settore giovanile non è importante per una questione di “moda”, ma perché rafforza l’idea di una Viola presente sul territorio. La Viola in questi anni si è resa protagonista di tante belle cose, non a caso Rai Cinema ha creduto in una storia che partendo dal campo ha raggiunto risultati concreti sul terreno più importante, quello sociale. Dal settore giovanile – ha ricordato il presidente della Viola – neroarancio sono passati migliaia di ragazzi. Forse nessuno è diventato un campione, alcuni sono diventati professionisti, altri no. Tutti, in ogni caso, sono diventati ottimi cittadini o validi professionisti a testimonianza del fatto che la Viola è riuscita per lungo tempo a svolgere una funzione sociale rispetto alla quale hanno abdicato tanti altri enti. Questa, in effetti è la vera richiesta che rivolgo a tutte le componenti del settore giovanile, cioè di continuare su questa strada, perché solo così si dà senso a quella Reggio cestistica che come, negli anni passati, può diventare una vera e propria ciambella di salvataggio per un’intera comunità”.

 

Pienamente soddisfatto anche il responsabile del settore giovanile della Viola, Pasquale Iracà. “Sposo in pieno il pensiero del presidente – ha detto il coach – quando parla di una duplice valenza, agonistica e sociale. Per fare un bilancio degli ultimi quattro anni sotto la mia gestione bisogna guardare il punto da cui siamo partiti e cioè da un settore con ottanta ragazzi che aveva delle difficoltà a essere un punto di riferimento cittadino. Oggi quel dato è più che triplicato con la presenza di circa duecentocinquanta ragazzi iscritti a cui si affianca un percorso di ristrutturazione profonda a livello tecnico e dirigenziale, con tanti istruttori formati da noi. Si spiegano anche così – ha aggiunto Iracà – i tre titoli regionali, under 13, 17 e 19 arrivati in questa stagione e i brillanti risultati in ambito nazionale. Molto importante inoltre l’attivazione della foresteria che negli ultimi due anni ci ha consentito di migliorare sensibilmente tutti gli aspetti logistici. Va dato atto in tal senso a Muscolino, Condello e Campisi di aver investito con coraggio su un segmento decisivo per il buon funzionamento del settore giovanile. Anche grazie a questi progressi abbiamo potuto accogliere giovani talenti come Alessandro Formica che si è autoproposto solo per aver sentito quanto di buono stava facendo la Viola. E a tal proposito posso anche annunciare che su Sindoni è stato esercitato il diritto di riscatto da parte della società. Se siamo riusciti a lavorare in modo ottimale – ha concluso il coach – il merito è della dirigenza che ci ha sempre consentito di operare in piena libertà progettuale”.

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/faxOWMk7m0c” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/50SqcPiDoB8″ frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

da Uff.Stampa Viola

“Sono emozionato e onorato pensando soprattutto al prestigio di chi mi ha preceduto in questo ruolo”. Sono state queste le prime parole da presidente della Viola Reggio Calabria di Giusva Branca nel corso della lunga conferenza stampa di presentazione al Centro sportivo. Accanto a lui Giancesare Muscolino, azionista di maggioranza del club neroarancio. Proprio a quest’ultimo ha fatto subito riferimento il neopresidente della Viola, evidenziando come l’interlocuzione nelle ultime settimane sia stata continua. “Soprattutto sulla necessità – ha proseguito Branca – di assicurare una presenza costante sul territorio. Quello in cui sto entrando, è un progetto avviato già da quattro anni da una proprietà che tra mille difficoltà è riuscita a fare due salti di categoria, stabilizzando una situazione economica difficile e operando contro la diffidenza della cittadinanza. Oggi la Viola, se escludiamo il Crotone calcio, è la massima espressione sportiva calabrese. Adesso – ha proseguito il presidente della Viola – la sfida è creare nuova aggregazione. La Viola è un’anima diffusa, è senso d’appartenenza. Alla Viola si lega il futuro dei nostri figli, il miglioramento delle possibilità di fare pratica sportiva in una città che non ha più spazi idonei. Bisogna spendersi, perché la Viola può creare benessere diffuso. La Viola non deve rinascere, la Viola c’è già. C’è una proprietà di Gioia Tauro che si è sobbarcata tutte le difficoltà di una stagione a Vibo, senza che Reggio muovesse un dito. Va inoltre dato atto a Muscolino e Campisi di non aver prodotto un centesimo di debiti”.

 

Nonostante ciò la Viola ha sempre mantenuto autorevolezza e intangibilità. Di questo si è detto convinto Branca raccontando che di recente nel corso di due viaggi in Argentina e Uruguay, “ho potuto toccare con mano il prestigio e la storia di un club che ha travalicato ampiamente i confini nazionali”. Ma non esiste una Viola del passato e una contemporanea, tiene a precisare Branca. “La Viola è una sola, da sempre. Il recupero della sua storia è un punto fermo ma senza che ciò costituisca un peso per i giocatori di oggi. Dobbiamo semmai rimettere la chiesa al centro del villaggio, la città dovrà riappropriarsi della Viola come del resto è già successo in passato. La Viola ha formato intere generazioni seguendo un filo che non si è mai interrotto, mantenendo una credibilità che oggi ne fa uno dei volti migliori della Calabria”. E non è un caso se a fine giugno la Global Vision in accordo con Rai Cinema, sarà a Reggio per realizzare un documentario sulla storia della Viola. “A riprova – sottolinea Branca – del grande interesse e del forte impatto sociale che il club riesce ancora a generare”.

 

20140607 162516″Dobbiamo però tornare a essere comunità, tornare a occupare il quotidiano, essere protagonisti con la prima squadra di iniziative a carattere sociale, riportare con il supporto degli istruttori, il basket nelle strade. Paradossalmente la gara della domenica dovrà essere solo l’ultimo atto di una settimana all’insegna della Viola. Occorre recuperare un ruolo autorevole in Lega, anche per indirizzare le scelte spesso non troppo chiare del movimento. Per fare ciò rafforzeremo da subito il rapporto anche con il Coni regionale. Più in generale poi, contiamo di ripristinare quello stesso spirito volontaristico che ha segnato gli anni migliori. Pensiamo a una Viola capace, fra due o tre anni, di autogestirsi”. In quest’ottica il nuovo presidente neroarancio, chiarendo che l’area tecnica “sarà di esclusiva competenza di Gaetano Condello”, ha anche spiegato che si avvarrà del supporto di professionisti e esperti di vari ambiti, per osservare da vicino attraverso delle specifiche deleghe, tutto ciò che riguarda l’universo Viola. Un esempio su tutti è la vicenda del PalaCalafiore i cui sviluppi vengono seguiti costantemente da Francesco Franco Basile Rognetta, presidente del comitato ‘Cuore Viola’ che ha anche indicato nel 5 agosto la data prevista per l’ultimazione dei lavori di rifacimento del parquet. “Sul PalaPentimele – ha detto il presidente della Viola – possiamo essere cautamente ottimisti e ad oggi, non ho dubbi nel dire che giocheremo lì. Dall’interlocuzione con la Provincia abbiamo ricevuto segnali positivi anche sul fronte del Centro sportivo che, auspichiamo, possa diventare un luogo aperto alla città. In ogni caso una task force verificherà ogni singolo step di queste vicende, comunicando in tempo reale avanzamenti ed eventuali intoppi. Una cosa è certa le responsabilità avranno finalmente un nome e un cognome. Lo dobbiamo ai tifosi, specie a quello zoccolo duro che in tutti questi anni non ha fatto mai mancare la propria presenza anche nei momenti più bui”.

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/cs3O1kdLp3E” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

Link

Coach Ponticiello

 

“Domenica  – ha dichiarato coach Francesco Ponticiello – dobbiamo salvaguardare la nostra immagine, non dobbiamo dimostrarci una squadra demotivata. Anche se gli obbiettivi sono già stati raggiunti dobbiamo affrontare i piemontesi consapevoli della nostra forza onorando questa maglia e i nostri sostenitori. Affronteremo una compagine che punta al secondo posto che oltre a vincere deve tener d’occhio l’andamento delle sue dirette avversarie. Omegna è pronta a fare il salto di categoria, è ben strutturata  e  in casa ha una marcia in più. Sarà sicuramente una partita difficile ma noi sappiamo che dobbiamo disputare una gara eccelsa per concludere il campionato nei migliori dei modi. Dobbiamo comportarci da professionisti, lo dobbiamo a noi e ai nostri tifosi che ci hanno sempre sostenuto durante l’arco della stagione. Quest’ultima ci ha visto crescere tantissimo e superare molti ostacoli. Sono contento  – ha concluso l’allenatore neroarancio – di quello che abbiamo dimostrato

sul parquet e sono sicuro che domenica non deluderemo i tanti tifosi reggini”.

 

Aldo Russo

 

“Omegna è stata costruita per fare il salto di categoria – ha dichiarato l’assistant coach Aldo Russo – durante l’anno ha incrementato ulteriormente il roster, in ultimo con Banti che ha donato versatilità alla squadra di coach Di Lorenzo. Domenica vogliamo chiudere il campionato nei migliori dei modi. Dobbiamo essere autori di una prestazione che ci gratifichi e che onori la società e i tifosi. Quest’anno lo ricorderemo per le tante difficoltà che la compagine ha dovuto affrontare. I vari infortuni e la questione campo hanno di certo complicato il cammino, ma nonostante tutto questo gruppo è riuscito a raggiungere tutti gli obbiettivi stagionali. Siamo tutti molto soddisfatti”.

 

Augustin Fabi

 

“Le  ultime quattro sconfitte  – ha affermato Augustin Fabi – non ci rispecchiano. Abbiamo dimostrato di essere una squadra forte che ha battuto compagini molto blasonate. Andiamo in Piemonte consapevoli di aver già raggiunto i nostri obbiettivi stagionali, ovvero la salvezza e il premio Under, ma vogliosi di fare bella figura. Vogliamo concludere in bellezza questa “tormentata” stagione che ha comunque dimostrato la qualità tecnica e la forza di un gruppo giovane e determinato. Personalmente quest’anno  ho acquisito molta più continuità e ne sono felice. Fisicamente e tecnicamente posso ancora migliorare ma ritengo di essere sulla strada giusta. Il lavoro fatto ad inizio stagione – ha concluso la guardia neroarancio – con il preparatore atletico Eros Biagioli è stato fondamentale per poter superare i piccoli problemi fisici iniziali. Come squadra siamo cresciuti tanto e domenica vogliamo fare nostri i due punti”.

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/0rrE6RDv8Gw” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

Link

L’entusiasmo e l’emozione per il  “grande evento” di domenica sono palpabili al quartier generale della Viola. Anche dalle parole del coach Francesco Ponticiello si evince che la gara contro Mantova ha un sapore speciale: quello dell’opportunità di raggiungere una importantissima salvezza.

 

“Anche se a Vibo abbiamo trovato un’ accoglienza ineccepibile – ha dichiarato l’allenatore neroarancio nel corso della conferenza stampa prepartita –  tornare a Reggio Calabria è una grande gioia. La Viola è Reggio. Domenica sarà una partita estremamente importante contro una compagine in ottima forma che punta a guadagnare la seconda piazza in solitaria. Il sostegno del pubblico sarà l’elemento in più per suggellare l’ennesima impresa. La squadra sta bene: anche Fabi si è allenato a  pieno regime. I problemi che abbiamo avuto nelle scorse settimane non sono imputabili a problematiche fisiche ma piuttosto  mentali. Ci accingiamo a disputare la  penultima gara di campionato con 4 punti in più  dalle zone calde della classifica. Dipendere da se stessi è una grande fortuna arrivati a questo punto della stagione. Noi  – ha concluso il coach – abbiamo i mezzi tecnici per battere Mantova e cercheremo di farlo”.

 

“Confidiamo – ha sottolineato il general manager della Viola Sergio Zumbo –  in un ‘PalaMazzetto’ pieno che possa spingere la squadra a tagliare il traguardo stagionale che è la permanenza in Silver. Tutto lo staff è felicissimo di essere tornato a Reggio Calabria per l’ultima partita casalinga ma devo ringraziare calorosamente la città di Vibo e tutti i vibonesi non solo per l’affetto dimostrato in questi mesi alla squadra ma anche per l’aiuto concreto sul piano logistico, senza il quale non avremmo potuto affrontare il campionato che volge al termine”.

 

Match Sponsor

 

Fra poco più di quarantotto ore la Viola Reggio Calabria riabbraccerà finalmente il proprio pubblico. Domenica 13 aprile alle ore 17 i neroarancio affronteranno Mantova per la 29^ giornata di campionato Adecco Silver. E per superare i lombardi gli uomini di Ponticiello potranno contare sul sostegno del match sponsor “Splendidi e Splendenti”.

 

“Sono contento – ha dichiarato il general manager Sergio Zumbo – che la società possa contare sull’appoggio di un brand che sta crescendo tantissimo sul piano imprenditoriale. Speriamo che questo sia solo il primo passo per un rapporto più solido in futuro che possa regalare ad entrambi belle soddisfazioni”.

 

“Negli anni – ha spiegato da parte sua Luigi Lombardo, direttore generale del match sponsor – abbiamo seminato bene. Siamo riusciti a creare un legame con la nostra clientela che sa di trovare la qualità anche sotto casa. L’accordo con la Viola Reggio Calabria si spera sia il primo passo di un lungo cammino. Ci auguriamo di diventare leader del settore in tutto il Paese e il basket potrà essere uno dei nostri canali di marketing. Dietro i successi ci sono le persone e noi speriamo che domenica si possa suggellare la sinergia di oggi con una grande festa collettiva”.

 

L’accordo fra la società cestistica e l’azienda della provincia reggina è stato presentato durante la conferenza stampa prepartita  svoltasi al Pianeta Viola. Domani mattina l’intera squadra parteciperà all’inaugurazione (ore 12) del nuovo punto vendita “Splendidi e Slendenti” in via De Nava n°100 a Reggio


Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/1IqHVhw-0wI” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

Link

REGGIO CALABRIA – Partita delicata per i neroarancio quella in programma domenica (ore 18) al Palazzetto “A. Costa” di Ravenna, che li vedrà opposti agli uomini di Giordani. Scontro diretto per la permanenza in Silver, che la Viola è pronta e determinata a superare così come ribadito dall’allenatore Francesco Ponticiello e dall’ala Marco Caprari, protagonisti della conferenza stampa prepartita. “Siamo consapevoli – ha affermato coach Ponticiello – di avere disputato un girone di ritorno eccellente. La sconfitta di Firenze a distanza di cinque giorni ha un sapore diverso. Più che la stanchezza fisica, il nostro tallone d’Achille è stata la stanchezza mentale. Da gennaio in poi stiamo affrontando ogni gara con la stessa concentrazione con cui  si disputano gli spareggi. I miei giocatori hanno dimostrato di saper giocare bene e coralmente, e non sarà di certo una sconfitta a cambiare i valori in campo. Contro i toscani – ha continuato ancora il coach neroarancio –  siamo arrivati in ‘fibrillazione’ e con qualche giocatore non al massimo della condizione fisica. Uno su tutti, Fabi, che invece per il nostro piano partita è una pedina fondamentale poiché funge da ‘equilibratore’. Contro Ravenna abbiamo per l’ennesima volta la possibilità di allungare in classifica e cambiare il volto della nostra stagione. Domenica si affronteranno due compagini  chiamate alla prova della verità. Noi scenderemo sul parquet per vincere, consapevoli di aver battuto squadre molto toste e di aver dimostrato con i fatti che siamo un gruppo capace di stravolgere ogni situazione apparentemente negativa”.

 

“Quando sei sempre costretto a inseguire – ha affermato da parte sua il capitano della squadra Caprari – sconfitte come quella contro Firenze possono capitare. Se commetti qualche piccolo errore e di fronte hai un quintetto che sa di giocarsi l’intero campionato, il risultato è scontato. Loro sono stati più bravi, non hanno sbagliato mai nei momenti decisivi del match. Detto questo non dobbiamo entrare in panico, assolutamente. Sappiamo di giocare bene e lo abbiamo dimostrato battendo squadre di alta classifica. Andiamo a Ravenna per fare nostri i due punti sereni e carichi. L’ottimismo della squadra nasce dal lungo  lavoro e dalle performance degli ultimi quattro mesi”.

 

 

http://oi57.tinypic.com/2z6ujrr.jpg

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/ze9potDgbjs” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

REGGIO CALABRIA – Penultima partita casalinga per la Viola che domenica alle ore 18.00 al “PalaMaiata” di Vibo Valentia affronterà Firenze. Per parlare del delicato match, in conferenza stampa, oggi pomeriggio al “Pianeta Viola” erano presenti il coach Francesco Ponticiello e il giocatore Ashley Hamilton.

 

“La partita di domenica – ha dichiarato l’allenatore neroarancio –  è molto delicata. A quattro giornate dalla fine del campionato ritrovarsi con la salvezza ad un passo, nonostante i problemi legati all’impiantistica sportiva da un lato e alla giovane età della compagine dall’altro, è sicuramente fonte di motivazione. Sappiamo che contro Firenze possiamo agguantare il primo obbiettivo stagionale, e siamo determinati ad ottenerlo. I toscani hanno una caratura tecnica in netto contrasto con la posizione di classifica. È una squadra che ha cambiato l’allenatore, molte pedine del roster e vanta due giocatori di elevata qualità come Young e Rancic. L’impegno che dobbiamo mettere in campo per fare nostri i due punti, e con essi la salvezza, dovrà essere straordinario. So che i miei ragazzi trasformeranno la delusione derivata dalla  sconfitta contro Treviglio in grinta per battere Firenze. Ricordando che dobbiamo giocare coralmente ed essere sempre lucidi e fiduciosi ”.

 

“Sarà una gara molto importante – ha affermato Hamilton  – per il “premio” in palio e molto difficile per la qualità dell’avversario che ci troveremo di fronte. Siamo fortemente motivati, vogliamo giocare bene e conquistare l’ aritmetica salvezza. Domenica scorsa siamo stati un po’ sfortunati e non siamo riusciti a far circolare la palla come siamo soliti fare.  A Reggio Calabria mi trovo benissimo. Tutti mi hanno accolto con grande entusiasmo. La società, il coach e i miei compagni sono sempre disponibili ed io spero di ricambiare costantemente la loro fiducia. È il mio primo anno da professionista ed è una grossa opportunità che mi potrà esser utile per ottimizzare il mio futuro. Gioco a basket  da quando avevo 16 anni e non nascondo che il mio sogno è arrivare in NBA. Ogni volta che scendo in campo – ha concluso l’ala neroarancio –  lo faccio con lo scopo di vincere e sono contento che mi viene riconosciuto quello che di buono so fare. Essere inserito quasi ogni settimana nella Top ten della lega per me è un onore”.

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/y6SMtWjN-EY” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

“Domenica  – ha dichiarato l’allenatore della Viola – si affronteranno due squadre in ottima salute: noi veniamo da cinque vittorie consecutive, loro da un periodo positivo suggellato dalla vittoria nel derby. Entrambe le compagini stanno esprimendo una buona pallacanestro. Sarà una partita di buon livello agonistico da affrontare al meglio. Inoltre ci sono delle grosse similitudini tra la Viola e Treviglio sia per la dimensione tecnica che per la metodologia di gioco. Entrambe utilizziamo molto gli interni nelle nostre azioni offensive, ed anche in difesa ci somigliamo molto. Vincere, ovviamente porterebbe dei risvolti positivi in classifica per tutte e due. Noi vogliamo fare nostra la partita. Affronteremo la  gara con lo spirito che ci ha contraddistinto negli ultimi mesi pensando anche ai possibili play-off. Sappiamo che la salvezza non è  acquisita, ma conquistare due punti a Treviglio significherebbe da un lato avvicinarci alla matematica permanenza in Silver e dall’altro guadagnare chances per la  post season”.

 

“Affronteremo una squadra in gran forma. Treviglio – ha affermato Sabbatino – sta vivendo un ottimo momento, ma anche noi siamo piuttosto soddisfatti di quello che stiamo facendo vedere settimana dopo settimana. Vincere contro Ferrara è stato molto importante. Battere una compagine che in coppa ha dimostrato di avere caratteristiche da Gold, ci ha convinto che possiamo giocarcela veramente con tutti e anche domenica daremo il massimo per portare a casa i due punti. Partiamo molto carichi con la consapevolezza che siamo pronti ad affrontare tutto, ma che la salvezza non è ancora nostra. Domenica scorsa abbiamo verificato che abbiamo maturato un equilibrio tale che ci permette di sopperire anche all’assenza di un elemento come Sorrentino. La società ci ha dato fiducia e noi cerchiamo di ripagarla al meglio”.

 

“Sono soddisfatto – ha concluso coach Ponticiello – della crescita dei miei ragazzi che affrontano con impegno gli allenamenti settimanali e oggi posso dire che hanno raggiunto una padronanza di gioco eccellente. Col tempo stiamo diventando un quintetto molto flessibile e questo ci aiuta ad amministrare meglio le partite”.

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/HvpqWCDWDIM” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

“Affronteremo la gara di domenica – ha affermato l’allenatore neroarancio – con grande motivazione e concentrazione, oltre alla caratura dell’avversaria abbiamo un ulteriore nemico da combattere ovvero l’inattività di circa due settimane. Ma ci siamo allenati con costanza ed impegno quindi sono fiducioso per l’esito della partita. Ferrara attualmente è la terza forza del campionato, ma fin dall’inizio del torneo si è dimostrata una compagine di alta classifica. Anche in coppa ha fornito un’ottima prestazione, sappiamo che è un’avversaria temibilissima. Ultimamente si è rinforzata parecchio e il salto in Gold rimane il suo obbiettivo stagionale. Sappiamo che vincere sarà un’impresa, l’ennesima, ma abbiamo le carte in regola per farcela. Giocheremo al meglio senza guardare la classifica, che potrebbe distrarci dalla meta. Per la prima volta scenderemo in campo purtroppo senza Gennaro Sorrentino. La sua assenza ha rimodulato gli assetti di gioco e domenica siamo chiamati alla verifica sul parquet. Tutte queste diverse motivazioni – ha concluso coach Ponticiello – spingeranno i miei ragazzi, ne sono sicuro, a siglare una performance eccellente. Spero che i tifosi seguiranno numerosi la squadra a Vibo, perché fare un’impresa senza di loro sarebbe un peccato”.

 

“Sarà un match tosto – ha dichiarato Marco Ammannato – contro una squadra costruita per fare il salto di categoria. Noi veniamo da un periodo positivo che ci ha sicuramente dato una marcia in più. Sarà una gara difficile sia fisicamente che psicologicamente, i punti in palio sono essenziali per entrambe le compagini. In passato abbiamo vinto gare che sulla carta apparivano proibitive, quindi non abbiamo paura di nessuna e scenderemo in campo per fare la nostra partita. Sappiamo che vincere contro Ferrara ci avvicinerebbe ai play-off ma noi puntiamo innanzi tutto alla salvezza. Messa in cassaforte questa, penseremo serenamente ad altro. La partenza di Sorrentino per me umanamente è stata pesante, ma purtroppo fa parte del nostro mestiere. Agonisticamente parlando abbiamo dimostrato in amichevole contro Barcellona che abbiamo già trovato un nuovo equilibrio. Domenica lo dimostreremo e con l’apporto del nostro pubblico, sappiamo che possiamo vincere contro tutti”.

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/la7joBf1mC4″ frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/aMB4zspg8EY” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/EjVTUh3_rcw” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/jmttIBPIZas” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Ponticiello: «Ferrara sarà certamente una protagonista nel prosieguo del campionato anche se è difficile poter dire oggi se saranno in grado di fare il vuoto alle loro spalle. Si tratta di una compagine contro cui è difficile opporre soluzioni a sorpresa. I nostri prossimi avversari esprimono il loro potenziale su dieci giocatori, non hanno una forte demarcazione tra primo e secondo quintetto. Noi siamo in grado di esaltarci in certi momenti, ma ancora ci manca una certa regolarità. Abbiamo messo sotto team di grandissimo profilo come Agrigento e Roseto, ma siamo anche quelli dello sciagurato match di Bari. La squadra emiliana è quella che più di tutte ha mostrato equilibrio nel rendimento. Abbiamo lavorato bene in settimana, c’è un grande feeling con tutto lo staff. Non è ancora rientrato a pieno regime Sorrentino che sta lavorando per recuperare dagli ultimi problemi, mentre Bell ha dovuto far fronte a una piccola botta subita in allenamento. Servirà il giusto mix tra ferocia agonistica e capacità di gestire la partita con equilibrio. Proprio la reazione allo 0-10 contro Lucca, ci deve far capire quali siano le nostre reali potenzialità».

Fabi: «Sento di poter fare una stagione importante, sto bene e voglio dare un contributo sempre maggiore alla squadra. Contro Lucca non siamo stati molto concentrati in avvio e abbiamo rischiato di subire un pesante passivo. Non ci piace partire in maniera negativa, però è bello sapere che siamo un gruppo unito, in grado sempre di reagire ad ogni situazione difficile. Siamo una squadra molto giovane ma abbiamo già dimostrato di non avere alcun timore anche contro avversari più esperti di noi. Stiamo acquisendo sicurezza partita dopo partita. Caprari lo scorso anno a Ferrara è stato il protagonista della partita, gli chiederemo di ripetersi».


Conferenza Stampa Viola

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/DuBaG1UeQbE” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Conferenza Stampa Viola

 

 

Grande  risposta in termini di partecipazione per la conferenza stampa indetta dalla società neroarancio e che ha avuto luogo nella serata di venerdì 9 agosto presso il Centro Sportivo Viola. Il Presidente Giancesare Muscolino, il VicePresidente Josè Campisi e il GM Sergio Zumbo hanno illustrato agli organi di informazione (e al nutrito gruppo di tifosi presente) la strategia che ha portato all’allestimento della squadra per il campionato che partirà il 6 ottobre, strategia che accompagnerà il sodalizio reggino anche per gli anni a venire , avendo intenzione di portare avanti un lavoro che non si esaurisca in una sola stagione ma che possa durare nel tempo e che consenta di raccogliere importanti frutti nel medio- lungo termine.

 

“ E’ una soddisfazione  affrontare una nuova stagione visto che di questi tempi non è affatto scontato – ha esordito il patron neroarancio Giancesare  Muscolino. Questo l’ho definito l’anno della svolta, abbiamo cambiato rotta, ancora  ad oggi siamo senza main sponsor quindi, se vogliamo che questa avventura duri nel tempo dobbiamo investire sui giovani. Ho sentito qualche lamentela e ci può stare, anzi le critiche possono darci spunti per cercare di migliorare però è anche vero che, prima di esternare certi pensieri, sarebbe opportuno darci la possibilità si spiegare cosa stiamo facendo per poi analizzare meglio e in quel caso dire ‘avete sbagliato oppure no’. Senza girarci troppo, l’affare Piazza ahimè è stato, probabilmente gestito male da noi, io dico, però e vi assicuro, che le cose davvero come sono andate probabilmente sono un po’ diverse rispetto a quelle che avete sentito in giro.

Nei fatti abbiamo allestito una squadra che molto verosimilmente sarà composta da 5 senior e 5 under e di questi ultimi, noi abbiamo acquisito due cartellini cioè noi abbiamo pensato di spostare il nostro budget, non più per il pagamento dei Nas ma investire, considerando la possibilità di poter usufruire del  premio di incentivazione, acquisendo dei cartellini. Vi annuncio che abbiamo acquistato Gaetano Spera , classe ’93 ( l’anno scorso a Chieti) e Alessandro Azzaro ( messinese classe ’93)  i quali diventano di proprietà della Viola Reggio Calabria. Il nostro obiettivo è quello di proseguire in questo senso e molto probabilmente ne arriverà un terzo di nostra proprietà , abbiamo in mente d’ora in poi di continuare su questa linea , certo non è mai semplice farlo perché  quando si decide di prendere dei ragazzi così giovani   non è detto che vadano in porto questi investimenti però abbiamo il dovere di provarci

 

 

perché non abbiamo alternative, almeno fino a quando non avremo uno sponsor che ci farà dormire sonni tranquilli; fino a quando non vivremo una situazione più serena

abbiamo il dovere di far andare avanti la società al di là degli uomini e dei giocatori. Non è ammissibile anteporre un giocatore alla società, non perché valga meno, ma perché , considerando tutte le problematiche del passato, non possiamo pensare di incanalarci in una strada che inevitabilmente ci porterà ad una  situazione negativa, allora, dobbiamo agire in maniera diversa avendo anche i tifosi dalla nostra parte, certo , avremmo potuto allestire una squadra più competitiva però noi dobbiamo far sì che la società viva e quindi fare in modo che i ragazzi possano diventare in futuro l’asse portante della nostra società. Proseguiremo quindi su questa strada con in mente  l’obiettivo primario di fronte al quale tutte le considerazioni, a mio avviso, devono venire dopo. Finalmente siamo vicinissimi a far diventare nostro questo Centro Sportivo e così potremo attuare tutti gli investimenti necessari per renderlo produttivo e soprattutto la  Scuola deve rinvigorirsi e crescere davvero.

Sul fronte lodi, non ci sono pendenze in essere visto che abbiamo saldato tutto” .

Infine una battuta su capitan Caprari: “ Ci siamo sentiti in questi giorni e ci risentiremo, farò in modo che Marco rimanga ma si deve trovare ancora un’intesa, visto che con la nostra nuova strategia il suo ruolo cambierà.”

Il GM Sergio Zumbo all’inizio del suo intervento ha voluto sottolineare che la Viola c’è, la Viola è viva . “ Alla fine della passata stagione – dichiara Zumbo- ci siamo guardati negli occhi e abbiamo voluto iniziare un nuovo corso soprattutto gestionale , fermo restando che dal punto di vista tecnico abbiamo costruito una squadra, che secondo le nostre risorse, è abbastanza buona , il coach è molto contento del lavoro fatto in simbiosi . Il programma che vogliamo portare avanti è biennale/triennale e prevede la valorizzazione dei giovani e la possibilità, allo stesso tempo, di allestire formazioni interessanti puntando non solo sull’aspetto tecnico ma  anche sulla motivazione degli atleti. Per me la garanzia più importante è quella di avere coach Ponticiello in panchina, un allenatore che sa trarre il massimo dalle risorse a propria disposizione. Porteremo avanti il progetto sportivo ma non solo, cercando di coinvolgere il tessuto cittadino, chiedo inoltre ai tifosi di supportarci e capire la realtà nella quale operiamo e soprattutto il momento storico nel quale viviamo che ha visto la rinuncia di tante società, di apprezzare il nostro modo di saperci destreggiare in momenti di crisi ”.

 

Infine il GM ha annunciato che il raduno dovrebbe cominciare il 21 agosto, all’inizio della prossima settimana sarà data l’ufficialità così come sarà reso noto nei prossimi giorni, il calendario delle amichevoli. Altre novità riguarderanno il preparatore atletico (si tratta di una new entry con la quale è stato quasi chiuso un accordo e il cui nome sarà svelato prossimamente), lo sponsor tecnico e il campo della comunicazione. Per quanto riguarda la campagna abbonamenti dovrebbe partire a fine mese non appena si saprà qualcosa in più sulla location che ospiterà le partite interne dei neroarancio che, ogni giorno che passa, appare sempre più probabile essere il Botteghelle interessato in questo periodo  da una vasta operazione di restyling .

 

Il VicePresidente Josè Campisi, a chiusura dell’incontro, si è detto contento del fatto che molti atleti abbiano addirittura ridotto il loro ingaggio pur di rimanere a Reggio, situazione in controtendenza rispetto agli anni passati. Inoltre ha  fatto sapere che non appena il Centro Sportivo sarà della società, inizieranno i lavori per la ristrutturazione del complesso che necessita di diversi interventi ; nelle intenzioni della società ci sarebbe poi l’installazione un impianto fotovoltaico che consentirebbe di ridurre parecchio  i costi dell’energia elettrica.

 

 

Ufficio Stampa – Viola Reggio Calabria

Conferenza Stampa Viola

 

 

“Il match con Bari assume un valore particolare- ha dichiarato coach Ponticiello- sia in riferimento alla nostra necessita di sbloccare l’impasse tecnico e psicologico e sia per la caratura dell’avversario ,che dispone di uno dei migliori quintetti, con dei valori tecnici importanti. Noi non siamo nelle condizioni di poter guardare troppo l’avversario, e data l’operazione di restyling, siamo concentrati sulle sicurezze che dobbiamo e vogliamo dimostrare .Avere arricchito l’organico con giocatori come Giovanni Rugolo e Alessandro Piazza, che non necessitano di presentazioni, e prima ancora con di Sabbatino e Ricci, ha contribuito a creare degli equilibri, che noi dobbiamo consolidare, andando a rompere quelli degli avversari. Bari è una squadra ben allenata con giocatori importanti per la categoria, da Bisconti, proveniente dal settore giovanile di Reggio Calabria, a Ruggiero, a Laquintana, tra i migliori ’95. Un forte organico, che noi dobbiamo riuscire a destabilizzare facendo prevalere le sicurezze che ci siamo costruiti giorno dopo giorno. Sono contento di come abbiamo lavorato in settimana”. Nel suo intervento, coach Ponticiello ha evidenziato: “ Mi caratterizzo per essere un allenatore che poggia molto del gioco su una situazione difensiva che consente di aprire il campo per il contropiede, molti guardano la difesa come un elemento che possa abbassare i ritmi, per quello che riguarda le caratteristiche della squadra non saremo mai una squadra da pallacanestro camminata, ci occorre avere una buona modulazione dei ritmi, connessi ad una funzionale distribuzione del gioco, ovvero mettere i giocatori negli spazi in cui sanno produrre”.

 

Prima apparizione in nero arancio per Alessandro Piazza, che ha illustrato le motivazioni che lo hanno portato a Reggio Calabria. L’atleta, non ha mancato di ringraziare il gruppo che lo ha visto partecipe nell’avventura dell’Eagles Bologna. “ A farmi venire a Reggio è la qualità della squadra, non sarei mai venuto se non ne fossi convinto. Basta quella partita in più per poi arrivare a vincere in modo consecutivo. Amo le sfide, e venire qui, incidendo sul trend della squadra, sarebbe una cosa fantastica. Per questo, finita l’avventura con Bologna, ho firmato subito per giocare a Reggio Calabria. Non sarei mai venuto se fosse una missione impossibile, il campionato è ancora molto lungo, ci sono molte partite da giocare. Sono convinto che si può fare bene ma soprattutto che faremo molto bene. Ho giocato in molte squadre, può capitare che si parta male e poi, con i vari innesti, le cose si possano modificare e fare benissimo. Sono un giocatore che ama correre e che ha sempre dovuto dare di più data la mia fisicità, e spero di mettere queste mie caratteristiche a servizio della squadra”.

 

Un ritorno emozionate è stato indubbiamente quello di Giovanni Rugolo, che rientra a giocare per la squadra della propria città: “ La scelta di tornare a Reggio Calabria era una scelta che avevo effettuato già a luglio, ma inizialmente le strade con la società non si erano incrociate. Quando vi è stata la possibilità, non ho avuto dubbi, e la trattativa è durata meno di un giorno. La situazione in cui la squadra è adesso non è semplice, ma amo le sfide, come quella di riaccendere l’entusiasmo di un pubblico, che vive di ricordi. Da reggino voglio dire che in questa squadra non c’è Ginobili, siamo in un’altra categoria con un’altra pallacanestro. Basta poco per riempire il Botteghelle, l’ho visto l’anno scorso nelle finali ed ho visto come il pubblico segua la squadra anche in trasferta. Il mio obiettivo è quello di contribuire ad riaccendere quella fiamma che comunque non si è mai spenta. Negli ultimi anni ho giocato da 2 e 3, mi metto a disposizione dell’allenatore e di quello che necessita. Per uscire da questa situazione è necessario un gran gruppo, per cui è necessario l’effetto della vittoria, insieme al lavoro in palestra. Tornare a Modena allenandomi con la maglia della Viola mi ha fatto molto effetto”

Uff.Stampa Viola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons