Diamond punta in “Grande”.Parla Max Casile

Quest’anno sara’ difficile ripetersi ma si parte con tanto entusiasmo e tante novita’ con un gruppo quasi totalmente rivoluzionato nei suoi ruoli.In Panchina siedera’ coach Guarino (pedina fondamentale lo scorso anno nel finale di stagione per la sua grande esperienza cestistica)affiancato dal riconfermato Curciarello . Dal punto di vista del roster abbiamo deciso di abbassare ancora di piu’ l’eta’ degli atleti , puntando alla crescita’ individuale di ognuno di loro che saranno affiancati da elementi d’esperienza , continando il progetto giovanile (ricordando appunto che la Diamond e’ societa’ satellite facente parte del gruppo Vis Reggio Calabria).

La novità più grande dovrebbe essere l’impiego di Matteo Grande.Il giovane romano potrebbe diventere un fattore cosa ne pensi?

R)Matteo rappresenta uno dei prospetti piu’ interessanti in Calabria ed averlo a disposizione non puo’ che fare bene al gruppo . Gia in queste prime partite di campionato in C regionale ha gia fatto vedere delle belle giocate e a lui questa esperienza non puo che aiutarlo per la sua crescita tecnica ma ancor piu’ caratteriale e di ambientamento.

Campionato, ristretto e livellato.Cosa ne pensi?

R)Anche quest’anno sara’ un bel campionato , con una nuova formula che lo rivoluziona e tanti atleti che l’anno scorso erano in categorie superiori , pronti a renderlo ancor piu’ interessante . Nel girone A che e’ quello che ci riguarda da vicino, vedo favorite due squadre su tutte, Abba Archi e Target , subito dopo ci saranno squadre molto interessanti come il N.B.Soccorso reduce da un’ottima stagione e la Cska Palmi squadra di grande esperienza. Le altre squadre sono pronte a dare battaglia a tutti e sono anche loro composte all’interno da giocatori che questa categoria la conoscono bene . Noi ripartiamo con grande entusiasmo con la consapevolezza dei nostri mezzi , il campo ci dira’ che ruolo reciteremo quest’anno.

Dai primi passi, i giovani, in questo campionato sembrano un miraggio lontano(Viola esclusa).Sei d’accordo?

R)Il problema del settore giovanile e’ ben risaputo da molti anni ormai.Di sicuro anche i costi Federali ed i problemi strutturali non aiutano le societa’ a lavorare in questo senso ed e’ sempre piu’ raro vedere degli under pronti a certi livelli . Sono poche le societa’ che lavorano assiduamente in tal senso . Un eccellente lavoro lo sta facendo da un paio di anni la Nuova Jolly sapendo lavorare in prospettiva ed i risultati cestistici sono sotto gli occhi di tutti , cosi come la Viola e la Virtus Catanzaro che da qualche anno hanno ripreso su questa direzione.
Un segnale importante al movimento e’ partito e si chiama Mediterranea Basket .
Progetto interessante ed ambizioso che grazie all’unione di intenti delle societa’ (Botteghelle-Vis-Diamond ed i centri minibasket che hanno dato fiducia a questo progetto ) vuole arricchire e dare nuova linfa al movimento cestistico in crisi .
Concludo augurando un buon Campionato e buon basket a tutti e facendo i complimenti a tutti voi di ReggioaCanestro per l’ottimo lavoro .

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons