Dna,oggi la Viola gioca a Porto Empedocle

 

 

Riparte la Dna con un lunghissimo girone di ritorno.Diciassette partite per stupire e per provare a fuggire dalla zona PlayOut,sognando altri lidi denominati Lega Due Silver, ben altri obiettivi rispetto a quelli pronosticati dopo i primi tre mesi di gioco.

Se guardiamo indietro,ci possiamo accorgere di come il girone di andata sia stato letteralmente infinito per la compagine reggina.

Cambio in panca,quattro nuovi arrivi, due addii, un inizio deludente,una ripresa incoraggiante.

Per la serie:allacciate le cinture ne possono succedere di tutti i colori.Coach Bolignano saluta e con lui il regista titolare Mariani e l’esterno titolare Zampolli.Il campano Ponticiello trova una Viola rinforzata dal reggino Rugolo,dall’estro di Piazza e dai duttili Sabbatino e Ricci.

L’ultimo lungo e fastoso periodo della cura Ponticiello lascia ben sperare.Sei vittorie su otto gare pongono la Viola al primo posto,accanto al Bari nella speciale classifica relativa agli ultimi otto incontri.

Il programmato rientro di Giovanni Rugolo non sarà oggi al PalaMoncada probabilmente per scopo precauzionale dopo l’intervento al menisco avvenuto al termine del 2012.Reggio conferma i dieci di Ferrara e si tuffa verso una nuova partita “bivio”.

La Viola gioca in uno dei Palazzetto “Off-Limits” degli anni di Dnb:se il PalaFantozzi di Capo D’Orlando non lascia ricordi positivi negli occhi dei tifosi,il PalaMoncada non è da meno.

La formazione siciliana allenata da Franco Ciani ha cambiato molto in corso d’opera,un trend ormai abituale in tutte le compagini della categoria.

L’infortunio subito dall’argentino Chiarastella ad inizio torneo costrinse la dirigenza siciliana ad optare per l’innesto del longilineo Castelli,Mvp della sfida del PalaBotteghelle poi rilasciato dalla società.

Paolo Mossi,uno degli assoluti protagonisti della promozione ha salutato tutti a campionato in corso ed è stato sostituito da Alfredo Moruzzi.Chiarastella è rientrato e rappresenta la vecchia guardia del team bianco-blu che ha vinto con merito la Dnb della passata stagione accanto al duttile Giovanatto,al play locale Anello ed al three pointer Di Viccaro.

La formazione veleggia al terzo posto nel torneo dietro solamente a Torino e Matera con gli stessi punti di Castelletto a ben otto punti di vantaggio dalla ritrovata Viola.

I reggini, dal canto loro hanno tutte le carte in regola per stupire ancora da vera “Mina vagante” del campionato.

La gara verrà trasmessa in streaming video sul sito della formazione siciliana www.fortitudoagrigento.it ed in diretta radiofonica su Radio Rc International.

Arbitrano Federico Brindisi (TO) – Bianchini Riccardo (Bagno a Ripoli, FI).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons