DNC: Assitur Planet, un “100” da terzo posto

 

Non ci si poteva aspettare di più dai giallo-rossi, ancora senza Salvadori, nello scontro diretto contro l’Icaro Ecology Gela. Il risultato finale, quei 25 punti di scarto, quei 105 punti subìti dai siciliani, forse non rispecchiano le posizioni in classifica occupate dalle due formazioni alla vigilia del match ma possono raccontare la lotta delle due squadre per il consolidamento del terzo posto in campionato. Una Planet molto più attenta che gestisce meglio le situazioni di gioco (19 palle perse contro le 28 degli avversari) ma anche una Planet più sfrontata, superiore a rimbalzo (38 contro i 27 dei siciliani) e abile nello sfruttare la mole di tiri liberi conquistati (31/38 per i giallo-rossi contro 12/18 per i bianco-azzurri).

Parte decisamente meglio la squadra di coach Chiarella che fa registrare subito vantaggi in doppia cifra spesso recuperati dagli avversari che nei primi 20’ trovano punti importanti con Giusti e Nesti (10). Ma i padroni di casa possono contare sulla solidità della coppia Cattani-Fall: il primo rientra in campo particolarmente ispirato dalla distanza (15 pt nei primi 20’ con un 3/5 dai 6.75); il secondo, oltre al suo 5/9 dai 2 pt, si conferma il miglior rimbalzista del girone con 5 rimbalzi catturati prima dell’intervallo lungo. Il 47-39 di metà gara rappresenta l’ultimo miglior parziale subìto dai siciliani. E’ infatti nel terzo quarto che l’Assitur mette il sigillo definitivo alla pratica Gela con quello che sarà poi il parziale determinante di 30-15. Nesti e Occhipinti rispondono a Cattani, Ippolito e Fall per il 55-45 del 22’, poi un break di 11-0 che fa volare i giallo-rossi sul 66-45. L’Icaro Ecology non sarà più in grado di recuperare il passivo nei confronti dei calabresi che arrivano a toccare anche le 28 lunghezze di vantaggio. Finisce con il risultato di 105-80 e l’Assitur Planet (18) che stacca di quattro lunghezze le dirette inseguitrici Gela e Canicattì (14). Ben 5 gli uomini in doppia cifra fra i giallo-rossi: miglior realizzatore Cattani (25 pt tra i quali un 5/7 dal perimetro), Fall (24 punti e 11 rimbalzi catturati), Ippolito (21), Scuderi (13) e Carpanzano (10). Di contro, il miglior realizzatore di coach Anselmo è stato Nesti (20), seguito da Ventura (15), Evotti (14) e Giusti (13).

La festa a fine partita sul parquet del Pala Pulerà porta però l’ombra dell’infortunio alla caviglia di Corrado Mercurio a fine terzo tempo. In settimana arriveranno sicuramente aggiornamenti sulle condizioni del giocatore che comunque ha salutato il proprio pubblico assieme al resto della squadra.

Questi gli altri risultati della seconda giornata del girone di ritorno: Nuova Jolly RC – Basket Club Paternò 64-48, Amatori Basket Messina – Formaitalia Acireale 53-84, Gaudium Basket Canicattì – Cestistica Gioiese 74-65, Nuova Pall. Marsala – Redel Vis Reggio Calabria 61-72; turno di riposo per il CUS Messina.

ASSITUR PLANET CATANZARO – ICARO ECOLOGY GELA 105-80

(24-19, 47-39, 77-54)

CATANZARO: Rotundo 5, Carpanzano 10, Mercurio 2, Salvadori ne, Ippolito 21, Zofrea 5, Scuderi 13, Cossari, Cattani 25, Fall 24. Coach: Danilo Chiarella
GELA: Evotti 14, Occhipinti 3, Dispinzeri 2, Nesti 20, Di Gioia 2, Giusti 13, Guaia, Sanfilippo 8, Ventura 15, Caiola 3. Coach: Francesco Paolo Anselmo

ARBITRI: Savino Vitanostra di Corato (BA) e Innocente Desposati di Casamassima (BA)

 

  

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons