Gioiese sconfitta a testa altissima

 

 

Senza il “Disperso”Gramajo che radio mercato vorrebbe sempre più lontano da Gioia, con  tanti giovani della rosa out e con un De Marco a mezzo servizio ma letteralmente eroico, la formazione gioiese gioca una grande pallacanestro.

La Cestistica resta in gara fino a due minuti dal termine ma si arrende alla vena realizzativa dell'”eterno” Beto Manzo ed ad un arbitraggio ampiamente da rivedere.

Coach Motta può essere più che soddisfatto dei suoi:partita vera,vibrante,gestita alla grande con intensità e carattere.

I calabresi hanno comandato il match per larga parte:i fischi sui passi sul tiro da tre di Vincenzo Meduri e su di un tiro da sotto di Barreca “urlano” e non hanno fatto piacere alla Cestistica.

Ventello per Brandon Viglianisi giovane top scorer dei suoi.

L’Mvp è stato Manzo:le sue triple sono state efficaci e molto concrete.La Cestistica resta ferma a quota sei ma guarda con estrema fiducia al futuro.

 

Gaudium Canicattì-Cestistica Gioiese 74-65

(15-15,39-38,57-51,74-65)

Canicattì:German 4,Canzonieri 8,Manzo 24,Strazzera,Barbaro 13,Sgrò 4,Festino 18,Guarnaccia,Bonetti,Carcano 3.All Davide Ceccato

Gioiese:Meduri 7,Viglianisi 20,Barrile 4,Genovese 6,Barreca 4,De Marco 16,Pandolfi 3,La Russa 5.All Motta Ass D’Agostino

Arbitri Calogero Sarda di Piazza Armerina e Angela Rita Castiglione di Palermo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons