Jolly,in campo per sognare

 

 

Nel girone di andata la sfida contro Marsala rappresentò l’avvento di Coach Antonio Barbuto sulla panchina dei reggini e l’esordio dell’estroso Vittorio Soldatesca,ovvero i due uomini della svolta del giovane quintetto reggino.

Cosa è cambiato ad un girone di distanza?

Praticamente tutto.

La “cenerentola” del campionato, data per spacciata a quota zero punti  dopo nove partite con tanto di involuzione tecnica annessa dopo una bella stagione d’esordio in Dnc sotto la guida di Coach Ortenzi si è trasformata in una realtà vincente che, adesso ha grande voglia di conquistare un piazzamento PlayOff provando a diventare la “mina-vagante” della post-season.

L’ottavo posto e la conseguente sfida contro la corazzata Cus Messina appare l’obiettivo minimo per Vozza e soci ma, complice la fase “Ad Orologio” la settima piazza non è così lontana.

Nella sfida delle ore 18 in quel di Marsala, però, le novità non finiscono qui ed arrivano proprio dai dieci che scenderanno in campo.

Dopo l’esordio del giovane campano Iannicelli nella gara vinta contro Gela, Coach Barbuto avrà l’opportunità di vedere all’opera anche Antonio Livera, centro classe ‘88 che ha vinto il campionato a Trapani nella passata stagione. Marsala, dopo un inizio sprint è entrata in un letargo profondo una sorta di cammino inverso rispetto a quello della compagine reggina.

I quadri del roster di Coach Cardillo,però,non sono affatto male e sembrano pronti ad un’ultima scossa in campionato.

Arbitrano i Signori Di Gennaro e Cassiano di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons