MORICI RIPARTE DA ROSETO

Dopo aver confermato Amoroso ed il reggino Zampogna, Roseto firma il colpaccio di mercato, ingaggiando l’argentino cresciuto a Catanzaro. In A2, con la sua Agrigento,invece, ci sarà il confermatissimo Alessandro Grande. Sebastiani Rieti saluta Alex Finelli ed ingaggia Sandro Dell’Agnello. Avellino conferma l’ottim Caridà. Stanic, a Rieti nella passata stagione firma per Fabriano. In C Gold, salutato Costagliola, Angri riparte da Nino Sanfilippo.

La nota

La Pallacanestro Roseto è lieta di comunicare di aver trovato l’accordo per la stagione 2022/2023 con l’atleta Nicolas Morici.

Nato in Argentina a Rosario (città dove sono nati calciatori famosi quali Messi, Icardi e Di Maria, ma anche l’artista Lucio Fontana e Che Guevara) il 13 febbraio 1994, per qualità tecniche e caratteristiche fisiche Morici è un giocatore capace di ricoprire tutti i ruoli di esterno, da quello di guardia dotato di un buonissimo tiro da fuori a quello di ala piccola con spiccate attitudini ad attaccare il canestro grazie con i suoi uno-contro-uno, fino a quelle letture che gli consentono di giocare anche da play maker.

Nicolas Morici è quel che si dice un giocatore versatile, che non a caso è stato uno dei maggiori protagonisti nella favolosa stagione della Fortitudo Agrigento, culminata con la promozione in serie A2 al termine di una appassionante serie finale contro la Real Sebastiani Rieti risoltasi in gara 5 con Morici autore di 15 punti in 27’ di utilizzo in una partita finita 63-60 (14 la sua media punti nella finale play off).

Morici ha iniziato a giocare a basket in Argentina nella “sua” Rosario, approdando per la prima volta in Italia nel 2013 con Ostuni in Serie C; successivamente la sua prima esperienza in B con Catanzaro (3 stagioni sempre in crescendo come rendimento), per proseguire sempre in B a Palestrina, Cento e Taranto (14 punti e 9 rimbalzi di media), prima della chiamata di Agrigento (11 punti con il 55% da 2 e 6 rimbalzi di media) che, risultato finale alla mano, gli è valsa la definitiva consacrazione a top della cadetteria, dove ha giocato complessivamente 225 partite e segnato 2501 punti (11,2 di media/partita).

Di Roseto è stato avversario nella semifinale di Coppa Italia il 12 marzo scorso segnando 18 punti in 30’ pur nella sconfitta per 68-84 contro i biancazzurri che poi avrebbero alzato il trofeo davanti al proprio pubblico.

“Sono onorato e felicissimo di entrare a far parte di una società storica come Roseto – sono le prime dichiarazioni del neo biancazzurro – Sono consapevole del percorso fatto in questi due anni e mi piace chi non si arrende mai e ci prova ancora. Mi auguro che questa voglia di rivincita della piazza ci darà quel qualcosa in più di cui avremmo bisogno per raggiungere l’obbiettivo finale. Non vedo l’ora di cominciare e di vedere il PalaMaggetti pieno”!

Questo, invece, il commento di coach Danilo Quaglia su quello che, di fatto, è il primo volto nuovo della prossima stagione.
“Nicolas è sicuramente uno di quei giocatori che non vorresti avere mai contro; un vincente dotato di grande leadership e con caratteristiche tali da risultare pericoloso sia nel gioco interno, grazie ad una taglia fisica importante che lo rende efficace a rimbalzo, che esterno. É un giocatore completo, importante anche nella fase difensiva, e soprattutto conosce benissimo il campionato di B che, cosa non trascurabile, ha vinto da protagonista. Direi che lo abbiamo preso anche per questo”.

Show Buttons
Hide Buttons