Motorino? Io salto la Vespa!! Vince Smorto accanto a lui il saltatore Peguero

 

 

Attimi di tensione e di voli ad alta quota per la sfida delle schiacciate.Lo “Slam Dunk Contest” è sin dal 2008, il momento di maggior spettacolarità della nostra manifestazione.Come non ricordare i voli di Animo Fragiacomo,Billy Fall, Fucek,Scarpa, Brugalossi ed un grandissimo Rugolo nelle varie edizioni della manifestazione.I “corsi e ricorsi storici” all’interno di questa edizione non sono davvero mancati.Vincono in due, battendo la concorrenza di Dario Scozzaro della Cestistica Gioiese,Pasquale Battaglia della Virtus Catanzaro e Matteo Grande della Vis Overt Reggio Calabria.Cresce il livello atletico dei saltatori del nostro basket.Davvero un peccato non poter ospitare i salti di Leo Faranna della Gioiese( che ha vinto il premio Fair Play 2011 con il Premio Adspem), di Billy Fall, tenuto a riposo dopo un piccolo colpo durante la sfida di apertura, Simone Ippolito rimasto a Catanzaro per un problema alla caviglia e Giovanni Rugolo, lui, l’autore dello storico salto del motorino redazionale di Reggioacanestro, adesso voglioso solo di giocare nella Selezione All Star.Chissà se l’ultimo capitano della Viola in Lega Due abbia avuto la voglia di iscriversi al contest speciale dell’ultimo momento quando il sedicenne Antonio Smorto lo ha emulato nel migliore dei modi.L’azzurro,classe 1995, dopo aver fatto infuriare il Custode dell’impianto per essere entrato in Sala Stampa con il suo vespino ha stupito tutti con delle schiacciate da brividi. Primo posto e tanti applausi.Dopo due incredibili performance di salto che hanno battuto le pur valide esecuzioni sia di Dario Scozzaro che di Pasquale Battaglia, il reggino ha ingaggiato il proprio compagno di squadra Lollo Lombardo che ha fatto il suo ingresso recapitando una splendida Vespa,con tanto di vetro anti-vento al jumper.Perplessità…brividi..che si sono sciolti dopo il grande applauso del pubblico e dopo una grandissima schiacciata.La risposta è arrivata direttamente dagli States. Erik Peguero, candidato numero uno alla vittoria ha dovuto realmente effettuare i salti mortali per vincere a pari-punti la sfida.Il saltatore Newyorkese ha deciso, tra gli applausi del pubblico di effettuare un lancio acrobatico sulla testa del suoi amici americani Womack e Ductan.

Spedizione nello spazio effettuata,applausi per lui.Margini di crescita impressionanti per Pasquale Battaglia, un esterno con le molle ai piedi.Creatività ma un pizzico di sfortuna per Dario Scozzaro.

Il lancio “senza nulla osta” di Luca Laganà  direttamente dagli spalti ha scaldato i cuori del PalaCalafiore,una cosa è certa li rivedremo prossimamente su questi schermi.Complimenti ad Antonio Smorto che si conferma per il secondo anno, re delle Schiacciate, complimenti all’americano Erik, uomo-esplosività che ha dato un quid in più alla nostra manifestazione.

Reggioacanestro.com

Foto Fortunato Serranò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons