Scossa Olympia,vittoria ed ottavo posto

 

 

Il cambio di regia in panchina, dopo le annunciate dimissioni dei giorni scorsi di coach Enzo Porchi, non poteva presentarsi con un biglietto da visita migliore  perchè al suo esordio, il neo allenatore Mike Del Vecchio esordisce alla grande con una vittoria fra le mura del pala Botteghelle.

Ex Adrano e Paternò, l’allenatore ha effettuato esperienze anche nella Lega Due Belga Maschile. In Calabria lo ricorderanno con piacere a Castrovillari dove ha ben operato con il settore giovanile nella stagione 1997/98.

La “scossa” necessaria ad un roster alla ricerca di nuove motivazioni c’è stata ed è arrivata tempestiva.

Partenza sprint per capitan Giulia Melissari e compagne che mettono subito sotto le avversarie grazie ad una prova corale da incorniciare.

Canestri in contropiede, buono il gioco ragionato e tante direttive da parte della nuova guida tecnica che immediatamente fa sentire la sua voce dando la sua impronta alle dinamiche offensive delle reggine.

Lo starting five è fisicamente aggressivo e dinamico: Servillo, Melissari, Bertan, Linguaglossa e Delibasic. Vengono recuperati numerosi palloni complice la straordinaria difesa individuale e si ritrova un’eccezionale reattività a rimbalzo.

Il 30 a 16 del secondo quarto non lascia spazio alle avversarie con Servillo e Bertan già in doppia cifra; la regista capitolina torna ai suoi elevati standard dettando egregiamente il ritmo, andando spesso in lunetta caricando di falli le avversarie, la palla circola con fluidità e tutte le giocatrici vengono coinvolte nell’azione offensiva.

Nel terzo quarto le ospiti provano a pressare le locali: i risultati sperati dal Coach del Viterbo Scaramuccia, non si concretizzano.

L’Olympia supera la difesa avversaria con maestria, giocando con Selma Delibasic, alla sua miglior prestazione finora, da perno al centro dell’area pitturata navigando in assoluta tranquillità.

L’ala pivot bosniaca con le sue lunghe leve tira giù 13 rimbalzi mentre in attacco crea spazi a tutte le compagne coi i suoi puntuali passaggi dentro-fuori che permettono alle guardie reggine, ora Melissari, ora Bertan, di centrare la retina dalla lunga distanza.

E’ il turno poi della giovanissima Mariam Anechoum a darle il giusto cambio: tanti minuti per lei, sfortunata nelle conclusioni a canestro ma tantissima volontà ed energia nel marcare il totem Rejchova.

Sponda ospiti, un canestro della figlia d’arte Giulia Manzotti firma l’illusorio meno dieci.

Rejchova prova a farsi largo sotto canestro ma l’Olympia ribatte colpo su colpo allungando sul finale, controllando il match e chiudendo con un bel sigillo firmato da Ilenia Certomà.

Finirà 56 a 39 per la formazione in riva allo Stretto.

Convincente successo quindi per la compagine del presidente Melissari che dovrà proseguire su questa strada di lavoro ed intensità perchè sabato prossimo alle 20:00 sempre al Botteghelle affronterà Napoli attualmente terza forza del torneo.

 

 

Olympia 68 Basketball Reggio Calabria-Defensor Viterbo 56-39

(15-8,30-16,41-29)

Olympia 68 Basketball Reggio Calabria:Certomà 5,Servillo 11,Amodeo,Costantino,Imeneo ne,Anechoum 4,Linguaglossa 7,Delibasic 11,Melissari 7,Bertan 11.All Mike Del Vecchio Ass Maurizio Arcudi

Viterbo:Scoscia,Boi 5,Carnemolla,Baiocco 1,Romagnoli 2,Manzotti 7,Nosella,Bernardini 3,Rejchova 14,Spirito 7.All Carlo Scaramuccia

Arbitri Giumarra e Vegna di Ragusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons