TIME OUT DI FRANCESCO DE STEFANO

La sosta per consentire alla Nazionale di Recalcati di disputare tre delicati incontri per la qualificazione ai prossimi europei , permette di tracciare un mini-bilancio su questa prima parte di FOXY-CUP 2002/03.
Euforia mista a rinnovato entusiasmo attraversano la citta’ dello Stretto per via dell’eccellente inizio di campionato del Nuovo Basket Viola;
I numeri parlano chiaro:
quinto posto in classifica,sei vittorie e una delle migliori difese del torneo.Ed e’ proprio quest’ultimo dato che bisogna analizzare con attenzione per capire qual’e’ la vera forza della Viola di questo anno:la difesa,grande difesa,difesa asfissiante , il marchio di fabbrica di coach Lino Lardo ,sta alla base dei successi dei neroarancio.Il tecnico ligure e’ riuscito a creare un gruppo vero , composto da uomini veri , dove tutti sono importanti e nessuno e’ indispensabile.
E a ben guardare non si commette di certo atto di presunzione se si afferma che la Viola avrebbe potuto ottenere qualche punto in piu’ :
infatti esaminandole quattro sconfitte per ora registrate si evince che la formazione di Lardo , se non avesse accusato qualche amnesia di troppo(vedi Trieste) o se non fosse stata penalizzata da alcune discutibili decisioni arbitrali (vedi Virus Bo) , avrebbe potuto occupare ben altre posizioni in graduatoria .
Ma tant’e’ ..intanto un primo obiettivo e’ stato ampiamente centrato: riportare la gente , sulle tribune del Pala Pentimele arrivando a sfiorare le cinquemila unita’ nella sfida contro Roma .
Scorrendo la Classifica fa sensazione il ritardo delle due formazioni di Bologna rispetto alle primissime posizioni in classifica : evidentemente sotto le due torri non si e’ ancora digerito le rivoluzioni di organico dovute a partenze eccellenti (vedi Ginobili) e maggiore attenzione ai bilanci; crediamo , tuttavia , che come sempre le compagini felsinee saranno protagoniste fino in fondo dando battaglia a quell’invincibile armata chiamata Benetton.
Un’altra mezza delusione arriva da Siena :dopo un estate di “buoni propositi” sia in Italia che in Europa , la formazione di Ataman ha subito qualche sconfitta di troppo che ne ha ridimensionato la forza e soprattutto le ambizioni.
Non si sorride neanche nelle Marche dove Pesaro fatica a risalire la classifica ;certamente le partenze di gente come Blair ,D.Johnson e Maggioli lasciavano presagire un campionato amaro di soddisfazioni per i marchigiani .Vedremo se la vittoria di Livorno darà una sterzata al campionato fin qui anonimo dei bianco rossi.
Le prime dieci giornate hanno sancito il ritorno del grande Basket nelle grandi metropoli :MILANO,ROMA e NAPOLI stanno disputanto un inizio torneo davvero eccellente .
Le prime due sono le dirette inseguitrici di Treviso mentre i partenopei stanno pian piano ritagliandosi il ruolo di vera mina vagante della FOXY-CUP.
Discorso a parte merita Roseto :il bacino d’utenza piu’piccolo della Serie A e’ secondo il classifica con tanto bel gioco. Ma Roseto e’ sorpresa fino ad un certo punto :basta guardare il roster degli abruzzesi infatti per comprendere le reali potenzialità di Milic e compagni , non certo gli ultimi arrivati.
Bene il campionato di Trieste e Cantù , benino Varese del dopo – Pozzecco e Livorno che comunque e’ da elogiare per la politica della valorizzazione dei giovani talenti del proprio vivaio.
Avellino , Biella , Fabriano e Udine sembrano al momento le squadre che dovranno lottare fino all’ultima giornata per evitare l’inferno della Lega 2.
Tornando in casa nostra ,alla ripresa del campionato tre partite abbordabili aspettano i ragazzi dell’ing. Silipo :Fabriano , Avellino e Roseto ,un trittico per continuare a sognare….

Francesco Destefano

Show Buttons
Hide Buttons