Ugo Latella:”Forse questa sconfitta è un bene per la mia squadra”

Era già successo in altre partite, c’erano state altre avvisaglie, e forse è stato un bene che sia venuta adesso così che i miei giocatori capiranno che in questo campionato nessuno regalerà niente. Sicuramente è anche colpa mia, anzi forse sono il colpevole principale ma, come si dice, non tutti i mali vengono per nuocere.

Credi che l’infortunio a capitan Mermolia e l’assenza di Mobilia abbia influito sul risultato del PalaSpartì?

r:In questa gara avevamo dei problemi di rotazioni, dovute alle assenze di Mobilia, Palumbo e Scozzaro. A questo aggiungi appunto l’infortunio di Mermolia, che per noi è giocatore fondamentale.
E’ rimasto in campo 5/6 minuti e poi ho dovuto affrontare il rimanente senza un play, adattando Romeo e qualche ragazzino, ed in più gli ultimi minuti senza Vecchiet e Dragna fuori per falli e certamente questo ha creato grossi problemi. Sarebbe bastato nei minuti finali gestire con più calma qualche pallone senza fare preziosismi ed anche evitare qualche gesto di nervosismo, che poi abbiamo pagato duramente. Lavoreremo su queste cose, cercando di migliorare soprattutto l’aspetto mentale.

Sabato arriva la Nuova Jolly, formazione in vetta e ricca d’entusiasmo, cosa ti aspetti dai tuoi atleti?

r:Io ho sempre rispetto per tutti gli avversari, così come l’avevo per il Lamezia ed anche prima per il CCB. La Jolly sta dimostrando il suo grande valore e forse per noi è un bene affrontare un avversario di questa entità. Credo sia superfluo dire cosa mi aspetto dai miei.

A nostro avviso, la Gioiese rimane la formazione più forte del campionato insieme alla Vis.Coach, che ne pensi?

r:Ho spesso ripetuto, anche ad altri tuoi colleghi, che certamente siamo una buona squadra ma che dobbiamo dimostrarlo. Nella stagione non serve vincere 30 partite quando poi perdi le due decisive.
Il nostro obiettivo non è tanto arrivare per forza primi in regular season, tanto poi tutto si deciderà nei playoff. Se ricordi tre anni fa andammo a vincere il campionato in gara 5 in trasferta. Sappiamo di avere un avversario tosto ma io non penso alla gara di ritorno contro di loro, come già tanti rammentano come la partita dell’anno.
Il mio obiettivo è cercare di costruire e allenare questa squadra affinchè sia pronta per la fase finale, poi a quel punto vincerà certamente chi avrà nervi più saldi e fisicamente stia a posto.

Voglio cogliere l’occasione di porgere gli auguri per le festività natalizie che si stanno avvicinando a te, ai tuoi collaboratori ed a tutti coloro che seguono ed amano questo sport.

Intervista di Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.it

Nella foto, il Coach Ugo Latella

foto di Fortunato Serranò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons