Un puzzle con tessere mancanti.Come sarà la nuova Dnc?

 

 

Per il resto, come accade ed accadrà per i gironi regionali, anche il girone nazionale della Dnc appare davvero molto provvisorio.

L’ondata di crisi sta travolgendo un pò tutti e trovare i soldi per parametri e rimborsi risulta sempre più difficile.

A nostro avviso saranno veramente tanti i “Big” visti in questi anni che resteranno “a piedi”.

Bisognerà capire che formato avrà la vecchia C1, bisognerà capire quale sarà la giusta composizione di un girone che è tutt’altro che formato.

 

La neopromossa Cestistica Gioiese e la Nuova Jolly aspettano il destino della Viola prima di muovere i passi.L’idea di entrambe le formazioni dovrebbe essere quella di sposare un progetto giovanile coordinato che potrebbe addirittura sfociare nella partecipazione ad Under 19 d’Eccellenza.

 

La Planet, a proposito di settore giovanile, ha un serbatoio giovanile di spessore dal quale attingere.

 

La Vis riparte proprio dai giovani e proverà a fare mercato con astuzia provando a navigare nelle zone altissime del ranking.Nella passata stagione i reggini si arresero in semifinale al fortissimo Trapani.

E’ tempo di provini per i reggini che hanno testato le capacità di tanti giovani in arrivo da Emilia Romagna,Puglia e Lazio.

 

La Ranieri International Soverato,a malincuore, non ce la dovrebbe fare verso un altro pesante forfait “Made in Calabria”:Il gioco, purtroppo non vale più la candela ed anche l’appassionata dirigenza ionica dovrebbe cedere la mano.

 

Dalla Sicilia ci sarà l’ambizioso Cus Messina di Coach Sidoti, team che potrebbe formare una piccola colonia di ex Patti.

I cugini dell’Amatori,invece, con coraggio rimarranno a galla.L’Allenatore sarà un Coach locale, il gruppo di parametrati sarà sempre lo stesso con massimo due ingaggi da fuori.Potrebbe partire per motivi di studio il forte Galletta.

Marsala ha scelto Cardillo,Anselmo da Messina,ex Racalmuto potrebbe andare a Gela.Ci saranno Paternò e Canicattì.

Acireale potrebbe anche volare in B attraverso una serie di ripescaggi a cascata.

Il dato allarmante è che tra Calabria e Sicilia sembra che nessuno abbia la voglia di chiedere il ripescaggio.

Cosa s’inventeranno gli organismi competenti? Lo scopriremo presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons