UNA VIOLA STRAORDINARIA CADE AL FOTOFINISH AL PALAFERRARIS

di Nino Romeo – Sconfitta al fotofinish (68-67) al PalaFerraris di Casale Monferrato per la Viola Reggio Calabria, che non riesce a coronare con una vittoria una prestazione davvero superlativa contro la capolista del girone Ovest. Prestazione straordinaria di Passera, che ha anche il pallone della vittoria ma il ferro gli nega la gioia finale.

 

CASALE MONFERRATO  – Sconfitta al fotofinish (68-67) al PalaFerraris di Casale Monferrato per la Viola Reggio Calabria, che non riesce a coronare con una vittoria una prestazione davvero superlativa contro la capolista del girone Ovest.

Dopo un primo tempo bellissimo e molto equilibrato, grazie anche a due delle difese più aggressive del campionato, che hanno regalato tanta intensità sui due lati del campo, i neroarancio vanno negli spogliatoi in vantaggio di un punto (37-38). E’, però, ancora una volta la terza frazione ad essere “stregata” per la Viola ma stavolta il merito, oltre che di qualche svista difensiva, è anche degli avversari che mettono dentro 5 triple e chiudono avanti di 9. Finita? Neanche a dirlo, i reggini si confermano squadra che non molla mai ed, in un ultimo quarto vietato ai deboli di cuore, arrivano ad avere l’ultimo pallone in mano con Passera, che può sigillare con il canestro della vittoria una superlativa prestazione da mvp, ma il ferro gli nega la gioia finale facendo esultare il pubblico del PalaFerraris. Due punti che i neroarancio avrebbero sicuramente meritato dopo aver lottato alla pari contro i piemontesi e lo stesso pubblico rossoblù riconosce la grandissima prestazione dei reggini e regala loro un grande applauso. E’ davvero enorme il rammarico per coach Calvani che, in conferenza stampa,  riconosce il merito della vittoria a Casale, più continua nei 40 minuti,  e nel sottolineare la bravura dei suoi nel secondo e nell’ultimo quarto evidenzia anche gli errori commessi nella terza frazione che hanno senza dubbio pesato nel computo finale.

CRONACA –  Coach Ramondino deve ancora fare a meno del suo secondo straniero, ovvero Aleksandar “Sandi” Marcius, pivot croato di 2.08, infortunatosi al polso a fine Agosto durante un’amichevole precampionato. Coach Calvani, invece, ritrova capitan Agustin Fabi, dopo i problemi muscolari che lo hanno tenuto fuori nella gara di domenica scorsa contro la Virtus Roma.

Il primo canestro della gara è di Martinoni, dall’altra parte è bellissimo l’assist di Caroti per Benvenuti (2-2 al 2’); costruisce con calma la Viola e Roberts realizza dalla media con spazio, prontissima la risposta di Cattapan da sotto (4-4 al 3’). 0 su 2 ai liberi di Pacher e Sanders punisce subito i reggini dalla distanza (7-4 al 4’). La Viola soffre un po’ a rimbalzo e Casale ne approfitta per un nuovo doppio possesso che consente a Tomassini di allungare sul +5 (9-4): coach Calvani richiama tutti per un minuto di sospensione.

Si esce dal timeout con la tripla di capitan Fabi ma arriva un nuovo doppio possesso per Casale che fa valere la stazza sottocanestro di Martinoni e Cattapan. Spazio anche per Patrick Baldassarre mentre Agustin Fabi chiude il suo parziale di 5 punti consecutivi per la parità (9-9 al 5’). Denegri e Sanders rispondono con due canestri in fila per il nuovo vantaggio piemontese ma Roberts tiene in scia la Metextra (13-11). Ritmi alti e tripla di Martinoni, che, poco dopo, fa 1 su 2 dalla lunetta per il +6 rossoblu (17-11 al 7’). Casale, come previsto, molto aggressiva in difesa; qualche palla persa di troppo e tanta sofferenza a rimbalzo per la Metextra che, in attacco, prova a sfruttare il bonus falli ed accorcia il gap con Baldassarre (17-13 al 9’); arriva, però, anche la tripla di Blizzard che punisce in un amen i reggini (20-13); il primo quarto si chiude con due liberi di Rossato per il 20-15.

Tomassini apre la seconda frazione con un canestro in sospensione, dall’altra parte è Passera a rispondere per i neroarancio con un canestro dai 6.75 (22-18 al 12’); costruisce bene la Viola in attacco, Pacher trova Benvenuti per il -2, i ruoli si invertono poco dopo quando Benvenuti regala un assist a Pacher per il 22-22 (13’) ed arriva il timeout di coach Ramondino. Uomini di coach Calvani molto aggressivi in difesa ed anche Casale non ha vita facile in attacco: sono due liberi di Sanders a riportare i piemontesi in vantaggio. Pacher sbaglia una schiacciata facilissima e Sanders punisce immediatamente dall’altro lato (26-22 al 14’). Manca un po’ l’apporto di Roberts e Pacher in attacco, ci pensa allora Baldassarre a tenere lì i suoi (26-24 al 14’); la difesa reggina dimentica Martinoni che punisce ancora dall’arco (29-24 al 15’). Segnali di vita da AJ Pacher che cattura un rimbalzo e trasforma due punti d’oro in un momento di difficoltà (29-26). La reazione della Viola parte sempre dalla difesa, recupero palla e si scuote, finalmente, anche Roberts che realizza da tre punti in  transizione (29-29 al 17’). Severini realizza, di forza, per Casale ma è di nuovo parità con un gran canestro di Fabi; poi è ancora Severini al quale risponde, stavolta, Pacher per il 33-33. Severini, però, è “on fire” e realizza ancora anche dalla media distanza (35-33 al 19’). I reggini non si scompongono: ottimo assist di Roberts per Pacher che realizza da sotto il 35-35. La Viola difende forte ma è ancora un canestro in penetrazione di Simone Bellan a spezzare l’aggressività dei neroarancio (37-35). Il vantaggio ospite arriva ancora con Roberts che trova la sua mattonella al PalaFerraris e realizza ancora dai 6.75 la tripla con cui si va negli spogliatoi (37-38). I reggini segnano 23 punti in un quarto contro Casale ed è, fin qui, un record di punti subìti dalla migliore difesa del girone Ovest.

Il terzo quarto si apre con un devastante 9-0 della Junior con due triple di Sanders ed una di Martinoni che costringono coach Calvani ad un timeout (46-38 al 23’). Si sblocca la Viola grazie a Pacher che realizza dai 6.75 ma Casale è infallibile dalla lunga con Bellan ed è 49-41 al 24’. E’ una gara da tre punti ed è Caroti a punire la Novipiù per il 49-44 al 25’. Difende bene la Viola ma Bellan è ancora più bravo a trovare un gran canestro dalla media; si butta dentro Rossato che si guadagna due tiri liberi ed è ancora -5 per i reggini (51-46 al 26’). Lo stesso Rossato commette, pero’, un’ingenuità e manda in lunetta la Novipiù che fa 2 su 2 con Denegri; momento difficile per la Viola che perde un pallone suicida e Sanders si invola a schiacciare per il +9 (55-46). I reggini provano comunque a restare in contatto e vanno a segno con Benvenuti mentre Roberts provoca, con un’ottima difesa, un pallone perso per Casale; ancora Benvenuti, ben assistito da Rossato, riporta la Metextra sul -5 (55-50). 1 su 2 ai liberi di Cattapan poi è bellissima l’azione neroarancio con Roberts che trova “a memoria” Fabi per il 56-52. Sanders, però, è davvero straordinario ed infallibile dai 6.75: è nuovamente +7 Novipiù (59-52). Coach Calvani manda subito in campo Passera per tentare di limitare Sanders e Marco è subito  bravissimo a leggere il movimento di Sanders in transizione causando una palla persa. Ramondino concede un meritato riposo al nativo di Chicago ma la Junior non ne risente e realizza con Severini che chiude la terza frazione sul 61-52.

La tripla di Fabi apre l’ultimo quarto ed è -6 Viola (61-55); i neroarancio hanno la possibilità di accorciare il gap ma sbagliano tiri ben costruiti per la disperazione di Calvani. 1 su 2 ai liberi di Denegri, la Viola soffre in attacco ma tiene botta in difesa finchè non viene premiata dalla tripla di Roberts per il 62-58 al 34’. Torna sul parquet Sanders ma la Viola è in ritmo, difende e riparte con uno straordinario Passera: palla al bacio per Roberts che spara ancora da tre punti ed -1 Metextra: 62-61 al 34’. Coach Ramondino corre ai ripari con un timeout. Clamorosa svista arbitrale che non vedono un’infrazione di passi di Martinoni che realizza; poi è coach Ramondino ad impazzire in panchina protestando contro la la terna arbitrale che lo grazia (il fallo tecnico, infatti, sembrerebbe inevitabile). Capitan Fabi non si scompone e realizza dalla lunetta per il -1 (64-63); è bravissimo Roberts in difesa poi ancora Passera in regia, va dentro e guadagna il 5° fallo di Severini, regalando dalla lunetta il vantaggio alla Viola: 64-65 al 36’. Quando Casale è nei guai si va da Sanders  che realizza il +1 con mano fatata; recupera subito palla la Junior ma spreca due volte malamente in contropiede e la Viola rimane lì, trovando il nuovo vantaggio con un canestro totalmente inventato da Fabi per il 66-67 al 38’. Passera è superlativo in difesa e Sanders commette un evidentissimo fallo in attacco: 2 su 2 per Tomassini ed è 68-67 a 59 secondi dal termine. Timeout per coach Calvani. I reggini perdono il pallone dopo il timeout ma sono ancora bravi in difesa nell’azione successiva e Passera ha il pallone per sigillare la sua gara da mvp; arresto dalla media ma il ferro gli nega la gioia ed il PalaFerraris può esultare: 68-67 e primo posto in classifica per la Novipiù insieme a Tortona.

La Viola torna a Reggio con tanto rammarico, come dicevamo, ma con la consapevolezza di aver affrontato, fin qui, nelle prime tre giornate, le due capoliste del girone mettendo entrambe in enorme difficoltà e sfiorando sempre la vittoria. Chiaro che bisognerà senza dubbio lavorare anche e soprattutto per evitare quelle “pause” che, nella terza frazione, sono costate fin qui sempre molto care ai reggini e che non possono più essere solo frutto di una coincidenza.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO–METEXTRA VIOLA REGGIO CALABRIA 68-67

CASALE: Ielmini ne, Banchero ne, Nicora ne, Denegri 5, Tomassini 6, Valentini ne, Blizzard 3, Martinoni 14, Severini 8, Cattapan 3, Bellan 7, Sanders 22. Coach: Ramondino

VIOLA: Pacher 11, Passera 5, Taflaj, Caroti 3, Fabi 16, Baldassarre 4, Rossato 6, Agbogan, Benvenuti 6, Marino ne, Roberts 16. Coach: Calvani

ARBITRI: Umberto Tallon di Bologna (BO) – Alessandro Tirozzi di Bologna (BO) – Christian Mottola di Taranto (TA)

PARZIALI: 20-15; 37-38; 61-52

Show Buttons
Hide Buttons