Vis,fatal Palermo

Non è bastato un grande cuore alla Vis per evitare la seconda sconfitta consecutiva al PalaDonBosco di Palermo.

I reggini, non riescono a colpire con la stoccata finale per ben tre volte e subiscono il secondo stop consecutivo.

In piena emergenza (Tramontana, causa problema al polpaccio, sedeva in panchina sono per fare numero e Pellegrino Yasakov era a mezzo servizio per via di un fastidio alla caviglia rimediato sette giorni fa a Capo D’Orlando) i ragazzi di coach D’Arrigo hanno perso di un solo punto contro una delle formazioni più attrezzate del torneo.

Ben tre volte nelle concitate fase finali i reggini hanno avuto la palla del sorpasso e della vittoria, ma il ferro non è stato magnanimo con Grasso e compagni, condannandoli ad un amaro ko che, per via della concomitante vittoria di Cefalù, è costato il primato in classifica.

Nel primo quarto è un Zampogna show, con il play reggino che dispone a piacimento di Gullo e da il là al mini break Vis. Il parziale d’apertura si chiude con i bianco/amaranto avanti 18-11.

Secondo e terzo periodo vedono le due compagini in sostanziale equilibrio. La Vis comanda quasi sempre, ma Palermo, con Lombardo e Calò sugli scudi, rimane a contatto.

L’ultimo quarto è un concentrato di emozioni. Sul 50-49 per i reggini, salgono in cattedra le bocche da fuoco siciliane. Lombardo due volte, Gullo e Provenzano spaccano il match con quattro triple consecutive. Un devastante 12-1 per la Green porta i locali al massino vantaggio (61-51) a cinque minuti dalla sirena. La partita sembra finita, ma non è assolutamente così. La Vis, invece di abbattersi, reagisce col piglio della grande squadra. Capitan Grasso si carica i suoi sulle spalle, portandoli a -1 a un giro di lancette dalla fine. Palermo non la mette più, Carnazza fallisce due triple consecutive del sorpasso che sbattono sul ferro. La Vis ha anche l’ultimo pallone della gara: il ferro dice ancora una volta no a Pellegrino Yasakov, Grasso conquista il rimbalzo a pochi secondi dal termine, ma una dubbia infrazione di passi fischiata a Carnazza chiude il match, fra il tripudio del pubblico di casa.

Alla Vis rimane tanto amaro in bocca e tanti rimpianti. Decisiva, anche a Palermo, la statistica relativa alle palle perse: troppi 20 palloni buttati per poter sperare di vincere sul parquet siciliano.

Questo il tabellino della gara:

Green Basket Palermo – Vis Reggio Calabria 61-60

(11-18, 26-29, 47-47)

Green Basket Palermo: Gullo 13, Calò 15, Lombardo 17, Tagliabue 4, Provenzano 5, Lanfranchi, Forzano, Trevisano, Bontempo 7, Alessandra N.E. Allenatore: Bonanno.

Vis Reggio Calabria: Zampogna 13, Grasso 17, Carnazza 13, Pellegrino Yasakov 1, Warwick 13, Barrile 2, Viglianisi 1, Di Dio N.E, Tramontana N.E. Allenatore: D’Arrigo. Assistente: Cugliandro.

Arbitri: Di Mauro di Messina e Lucifero di Milazzo. 

SERIE C GIRONE I 9° giornata

 

Basket Club Ragusa-Peppino Cocuzza – Centro Convenienza 93-98

New Team 2000 Crotone-Amendolia Assicurazioni Milazzo 69-73

Kama Italia Aretusa-Nertos Cosenza 70-61

Zannella Basket Cefalu’-F.P. Sport Messina 93-73

Sport è Cultura Patti-Polisportiva Basket Acireale 69-83

Green Basket Palermo-Vis Reggio Calabria 61-60

 

Classifica: Vis Reggio Calabria 14,Irritec Costa d’Orlando 14,Zannella Basket Cefalu’ 14,Green Basket Palermo 12,Kama Italia Aretusa 10,Sport è Cultura Patti 10,Nertos Cosenza 8,Amendolia Assicurazioni Milazzo 6,Polisportiva Basket Acireale 4,New Team 2000 Crotone 4,F.P. Sport Messina 4,Peppino Cocuzza – Centro Convenienza 2,Basket Club Ragusa 2

 

Prossimo turno: Peppino Cocuzza – Centro Convenienza-New Team 2000 Crotone,Nertos Cosenza-Zannella Basket Cefalu’,Irritec Costa d’Orlando-Kama Italia Aretusa,Amendolia Assicurazioni Milazzo-Green Basket Palermo,F.P. Sport Messina-Sport è Cultura Patti,Polisportiva Basket Acireale-Basket Club Ragusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons