Vis,Mazara è troppo forte

 

 

È durata soltanto un quarto la resistenza della Vis Reggio Calabria sul parquet siciliano del Basket Mazara. I reggini, dopo un promettente inizio, hanno subito lo strapotere fisico/atletico dei locali, concretizzatosi con un parziale di 18-4 nel secondo quarto che, di fatto, ha indirizzato il match in favore dei padroni di casa.

Degregori, Gullo, Di Gioia e Naso, tutti in doppia cifra, hanno trascinato i trapanesi verso un comodo successo. Il quintetto di Coach D’Arrigo, sotto di 23 lunghezze (43-20) al 25mo, ha comunque avuto una reazione d’orgoglio sul finire del terzo periodo, che ha portato Grasso e compagni, grazie a un break di 13-1, a -11 dal Basket Mazara. Da li in poi, però, i siciliani, trascinati da un super Gullo in cabina di regia(incredibile il suo tiro da metà campo a fine terzo periodo), hanno ripreso in mano le redini del gioco, chiudendo l’ultimo quarto senza particolari sofferenze.

Il palazzetto dello sport di contrada Affacciata si conferma così indigesto per i bianco/amaranto, già sconfitti a Mazara sia nella regular season che nella fase a orologio.

Il ko di ieri va archiviato in fretta. Non c’è tempo per leccarsi le ferite. Già dopodomani, al PalaBotteghelle, è in programma gara-2 della serie. Visto il valore dell’avversario non sarà certo facile, ma la Vis proverà ad allungare la post season fino a gara-3.

 

Questo il tabellino della gara:

Basket Mazara – Vis Reggio Calabria 66-43

(14-15, 18-4, 16-14, 18-10)

 

Basket Mazara: Degregori 19 (5/9, 0/1), Bruno, Gullo 14 (2/6, 3/4), Di Gioia 15 (7/10), Naso 10 (3/9, 1/6), Marrone, Rizzo, Salvadori 8 (3/5), N.E.: Marengo, Lumia. Allenatore: Bonanno.

Tiri Liberi: 14/16. Rimbalzi: 41 33+8 (Di Gioia 9). Assist: 11 (Gullo 5)

Vis Reggio Calabria: Vozza 7 (3/4, 0/2), Tramontana 4 (2/10, 0/1), Grasso 10 (5/13, 0/3), Carnazza 8 (1/4, 2/8), R. Costa 9 (1/3, 1/1), D. Costa 5 (2/7, 0/1), Barrile, Suraci. Allenatore: D’Arrigo.

Tiri Liberi: 6/11. Rimbalzi: 40 27+13. Assist: 2 (Vozza, D. Costa 1).

Arbitri: Castiglione e Di Giorgi di Palermo.

Vis,Mazara è troppo forte

 

 

È durata solo un quarto e mezzo l’illusione della Vis di fare bottino pieno sul parquet mazarese e riscattare la sconfitta patita in regular season qualche settimana fa.

I reggini partono dunque col piede sbagliato in questa prima giornata della fase ad orologio e vengono scavalcati in classifica dai siciliani.

Eppure l’inizio del quintetto di coach D’Arrigo era stato promettente. Dopo un primo quarto equilibratissimo, caratterizzato da continui capovolgimenti di fronte, la Vis scappa sul più 5 (25-20) grazie a due canestri di Pasquale Tramontana all’inizio del secondo periodo. L’allungo , però, si rivela effimero. Il ritorno dei padroni di casa, trascinati da uno scatenato Marengo e da un ottimo Degregori(entrambi ex Viola ed ex compagni del Capitano Seby Grasso), è veemente, e con un parziale di 19-3 prima dell’intervallo il Basket Mazara va negli spogliatoi avanti di 11 lunghezze (39-28).

Nella ripresa la musica non cambia. I trapanesi tirano con percentuali clamorose e aumentano il vantaggio a 24 punti (60-36) sulla sirena della terza frazione.

Il quarto periodo è solo una formalità per i locali, che gestiscono con tranquillità il margine acquisito e incamerano due punti fondamentali nella corsa al terzo posto.

Per la Vis una battuta d’arresto che comunque non compromette il cammino verso i play off.

 

Questo il tabellino della gara:

Basket Mazara – Vis Reggio Calabria 79-51

(18-18, 21-10, 21-8, 19-15)

Basket Mazara: Degregori 18 (8/9, 0/1), Bruno 11 (1/2, 2/5), Gullo 8 (4/6, 0/5), Marengo 23 (8/9, 1/2), Naso 8 (2/5, 1/3), Gilante, Massa, Lumia 11 (5/6), Rizzo N.E.: Salvadori. Allenatore: Bonanno.

Tiri Liberi: 11/17. Rimbalzi: 22 18+4 (Degregori 6). Assist: 11 (Gullo 4).

Vis Reggio Calabria: Vozza 6 (1/4, 1/2), D. Costa 6 (3/5), Tramontana 15 (5/8, 1/3), Grasso 13 (2/9, 3/5), Carnazza 5 (0/1, 1/5), Barrile 1, R. Costa R. 2 (0/1, 0/2), Suraci 3 (1/2). Allenatore D’Arrigo.

Tiri Liberi: 9/14. Rimbalzi: 27 19+8 (Tramontana 7). Assist: 1 (Grasso 1).

Arbitri: Paternicò e Sarda, entrambi di Piazza Armerina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons