DNC: Planet, quanta soddisfazione. Vittoria su Acireale, tutto rimandato a gara 3

 

CATANZARO – Il CUS Messina dovrà attendere ancora qualche ora per conoscere il nome del proprio avversario. Giovedì sera l’Assitur Planet Catanzaro ha infatti annullato il match point della Formaitalia Acireale rimandando ogni verdetto di queste semi finali a gara 3 che si disputerà domenica prossima nuovamente al Pala Volcan. La Planet continua ad essere insuperabile davanti al proprio pubblico con un fattore campo ancora una volta decisivo così come lo è stato in tutti gli scontri stagionali tra le due formazioni. E dire che l’inizio non è stato affatto propizio per i colori giallo-rossi con i padroni di casa che, ancora privi di Andrea Scuderi, accusavano già un passivo in doppia cifra sul finire del primo quarto di gioco. Sospinta da P. Marzo e Grosso, Acireale si portava infatti sull’ 8-18 al 9’, vantaggio ridotto da un canestro di Cattani che prima della sirena fissava il parziale sul 10-18. Ospiti sempre avanti anche nella prima metà del secondo tempo (17-27 al 14’) fin quando capitan Cattani, a suon di triple, lanciava la rimonta della Planet concretizzata all’intervallo lungo (36-35). Al rientro la squadra di coachChiarella spingeva subito sull’acceleratore e in 3’ Carpanzano, Fall e Ippolito segnavano il break del 47-40 al 23’ nonostante un P. Marzo che si confermava a suon di canestri come uno dei migliori in campo per Acireale. Padova provava a reagire ma la Planet riusciva a conservare ugualmente 5 lunghezze di vantaggio al 30’ (51-46). La squadra di coach Foti rimaneva in partita fino al 33’ (57-52), poi Catanzaro iniziava a dilagare sospinta dai tiri dalla distanza del trascinatore Cattani e dall’ottima serata di Carpanzano (69-54 al 38’). I granata tentavano di riavvicinarsi con due triple consecutive di Grosso (69-60) ma gli ultimi viaggi in lunetta di Carpanzano regalavano la meritata vittoria alla Planet che regolava così la pratica Acireale con un rotondo 73-63.

Tanta soddisfazione ma la concentrazione in casa Planet rimane alta. Tra poco più di 48 ore servirà l’impresa in terra siciliana. Si ripartirà dall’1-1 e gara 3 non consentirà alcun appello. Chi vincerà approderà direttamente in finale al cospetto del CUS Messina.

ASSITUR PLANET CATANZARO – FORMAITALIA ACIREALE 73-63

(10-18, 36-35, 51-46)

CATANZARO: Salvadori, Carpanzano 16, Rotundo 6, Mercurio 4, Cossari, Ippolito 6, Cattani 21, Palazzo ne, Fall 20, Munizzi ne. Coach: Chiarella

ACIREALE: Polonara 10, Naso 9, P. Marzo 12, Padova 6, Grosso 15, Patanè ne, A. Marzo 8, Frison 3, Fiorentino, Persano ne. Coach: Foti

ARBITRI: Daniele Valleriani e Mirko Picchi di Ferentino (FR)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons