Ladies and gentleman..oggi alle 18 Upea-Viola

.

 

Viola ed Upea, due sodalizi che hanno scritto pagine importanti della pallacanestro del Sud.

I nero-arancio regalandosi una favola iniziata negli anni ’80 e terminata dopo varie e travagliate situazioni attorno al 2006.

L’Upea, proprio in quegli anni costruì una grande  scalata trascinata dall’attuale coach dei nero-arancio,Alessandro Fantozzi, uno dei pochi atleti del basket ad avere un intero palazzetto intitolato.

 

Si giocherà proprio al PalaFantozzi.

Apriamo per un attimo l’album dei ricordi. Upea e Viola si sono sfidate in Lega A in una sola stagione, ovvero nell’anno agonistico 2005/06.

La Viola dopo aver conquistato la prima incredibile vittoria contro la Benetton Treviso dopo un tempo supplementare con un canestro mitico di Antony Giovacchini doveva fare i conti con l’assenza quasi totale di liquidità nelle casse(c’è ancora chi rimpiange l’addio di un Presidente che fece realmente bene come l’Ingegnere Tito Silipo).

L’Upea, invece, da matricola allenata dallo “sceriffo” Perdichizzi navigava in acque tranquille ed entusiasmanti. Nella sfida del PalaCalafiore contro la Viola di De Raffaele vinsero i Paladini con il parziale finale di 71 a 73.Non bastò il ventello dell’ex Lakers A.J. Guyton per fermare l’Upea che vinse grazie alle doppie cifre di Janicenoks,Jelic e Keith Carter.

Nel girone di ritorno, la Viola allenata dal reggino Pasquale Iracà perse con coraggio al PalaFantozzi. Non bastò la buona prestazione di Capin e Yarbrough per battere l’Upea. Reggioacanestro era presente alla partita: i Total Kaos, storico gruppo organizzato in supporto alla Viola organizzò un tifo tutto particolare per evidenziare la condizione molto particolare della società reggina. Maschere, Pinne,Tubi e ciambelle in tipico stile “Summer Time” per sottolineare come, quella società e quella formazione corrispondeva al grido dei tifosi:”Simu a mari con tutti i robbi”, citazione dialettale per far capire alla gente come la situazione era realmente “malconcia”

 

I tempi sono cambiati.

L’Upea ha salutato i fasti della Serie A, da Fantozzi a Pozzecco passando per Perry,Wallace,Carter,Diener e Howell è ripartita dalla Serie C nella passata stagione, dopo una tanto discussa riammissione al torneo. Albertinazzi e soci hanno vinto in scioltezza ilGirone H e la Coppa di Lega.

Anche la Viola è ripartita dal basso. Stagione travagliata quella 2009/10, anno importante questo in corso.La nuova società con il Presidente Muscolino ed il Dg Condello in sella sembra aver riportato il giusto entusiasmo sulla piazza cestistica nero-arancio.La curiosità che è proprio la Gioiese del duo Muscolino-Condello poteva essere la principale antagonista dei paladini in C,  ma non andò così.

 

Anno 2011.Per la terza volta in stagione si sfidano le compagini di vetta del campionato.

La Viola per allungare in vetta, l’Upea per tentare un aggancio in vetta.

I paladini hanno perso per strada Agosta(che ritornerà presto) rimpiazzato con Saponi ed hanno inserito un ottima pedina nelle ultime giornate. Parliamo del play Zampolli, giocatore in grado di fare la differenza nella categoria.Roster lungo quello a disposizione de reggino Peppe Condello, giocatore del Cap Reggio negli anni 90.Zampolli,Caruso,Caprari,Albertinazzi,Costantino,Saponi e Moccia dovrebbero costituire il pacchetto over con il fortissimo esterno Luca Rossi costretto ai box.

La Viola parte per Capo D’Orlando subendo due nuovi stop davvero difficili da digerire. Non ci saranno Max Ruggeri che nell’ultimo allenamento settimanale ha sentito scricchiolare nuovamente il suo ginocchio ed una pedina tanto duttile quanto utile come Andrea Padova(per lui probabili tre settimane di stop).

Claudio Cavalieri, sarà nel pubblico per incitare i compagni.

Zampogna, uomo del match di andata sarà in cabina di regia.

Degregori,la new entry Ricci ed il giovane De Marco partiranno in posizione di guardia.Grasso,Lorenzetti e Ruggeri si alterneranno in ala.Il ruolo di Centro è tutto per Domus Dj.

Completano il roster Enrico Mobilia da Milazzo, cambio del playmaker ed ex di turno ed il reggino Nino Crucitti.Il posto da “decimo” uomo arriverà grazie alla disponibilità di un giovanotto della Under 17 nero-arancio  guidata da coach Di Manno.Arbitreranno i signori Emiliano Binda di Ancona e Francesco Terranova di Ragusa.

 

Grande disponibilità del Presidente dell’Upea Sindoni che è pronto ad accogliere a braccia aperte la gente di Reggio Calabria.

Uno striscione dei supporters reggini in memoria del fratello del numero uno dell’Upea colpì al cuore il Presidente che da grande persona non ha dimenticato.

Il Comune di Reggio Calabria ha messo a disposizione un Pullman i cui posti sono finiti in un batter d’occhio.

“Sold-Out” per uno spettacolo tutto da vivere, la parola al campo.

Giovanni Mafrici per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons