Patteggiamento per i primi casi.Ecco i primi esiti del Processo Baskettopoli

 

 

In quattro, infatti, hanno patteggiato la pena. Altri due hanno scelto il rito abbreviato e per gli altri ventinove il pm ha chiesto il rinvio a giudizio.Giorno venticinque gennaio ne sapremo di più. Tutto si è svolto ieri davanti al gup Francesco Petrone nel procedimento nato dall’inchiesta su presunti illeciti che tra il 2007 e 2009 avrebbero falsato campionati della Lnp e che vede imputati tre ex vertici del Cia della Federbasket e 32 commissari.

La via del patteggiamento è stata imboccata da uno degli ex vertici Cia, il designatore Alessandro Campera, 58 anni, Genova (1 anno e 8 mesi di reclusione), e dai commissari Loris Gigli, 46 anni, Forlì (3 mesi), Daniele Perlasca, 53 anni, Cremona (3 mesi e 10 giorni), Pasquale Negrini, 69 anni, Massa Lombarda di Ravenna (3 mesi e 10 giorni). Per tutti il giudice ha disposto la sospensione della pena.

Hanno, invece, scelto il rito abbreviato i commissari Giuseppe Puccini, 50 anni, Genova e Alfonso Silvestri, 56 anni, Perugia. Per loro l’udienza è stata aggiornata al 28 giugno. Nei confronti degli altri imputati si è proceduto con il rito ordinario e a conclusione della requisitoria il pubblico ministero Maria Luisa Miranda – lo stesso magistrato che aveva coordinato le indagini della sezione operativa del Compartimento Polposta diretta dal commissario capo Gaetano Di Mauro – ha chiesto il rinvio a giudizio.

Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons