Viola, successo facile contro Corato

Nelle restanti tre frazioni i neroarancio hanno imposto la loro forza ed i pugliesi, alla loro settima sconfitta consecutiva, nulla hanno potuto per colmare un gap davvero troppo elevato.

 

 

Gli uomini di coach Mangione, privi già da qualche partita di Marco Scorrano, si sono affidati ad Onetto, nel tentativo di evitare un’imbarcata storica, ma sono stati bravi a sfruttare qualche piccola defaillance dei neroarancio solo nella prima frazione, dopodichè è calato il sipario sul match.

 

I tifosi accorsi al Pianeta Viola, considerata l’indisponibilità a tempo indeterminato del PalaCalafiore, benchè la partita sia stata poco piu’ di un allenamento, hanno potuto godere comunque di un piacevole pomeriggio di pallacanestro, ritrovando anche, sul parquet di casa, con grande piacere, Giovanni Coronini, che ha dispensato preziosi assist (ci piace ricordare in particolare quello ad Ingrosso, nel finale di terzo quarto, che ha fatto scrosciare applausi in tribuna).

 

Sul match si è detto già tutto, il gioco in transizione della Viola fa da subito la differenza sull’approccio difensivo totalmente da rivedere dei coratini. Pronti-via è subito +10 per la Liomatic, trascinata da un ottimo Agosta, che segna metà del suo score finale nei primi sette minuti del match. (15-5 al 8′). Ultimi minuti di primo quarto nel segno di Onetto, che mette 7 punti in fila nel break di 2-8 che in due minuti consente ai pugliesi di chiudere la prima frazione sul 17-13.

 

Secondo quarto di ottima pallacanestro per gli uomini di coach Bolignano, che fanno circolare la palla fino a trovare sempre l’uomo libero in attacco, e sempre con grande fluidità, ulteriore segnale, questo, della continua crescita già evidenziatasi nelle ultime settimane. Con un Paparella full-time nel ruolo di guardia ed un Potì in grande spolvero (già all’andata, pur nella disastrosa sconfitta, fu protagonista di una prestazione perfetta al tiro) i neroarancio approfittano dei numerosi errori in attacco dei pugliesi per chiudere il primo tempo sul +15 (42-27).

 

In apertura di terzo quarto il duo Caprari-Grasso fissa subito il +20 (49-29) che i neroarancio gestiranno poi, senza distrazioni, fino al 72-52 finale. Una vittoria che dà tanta fiducia ad un gruppo che sta via via integrando le nuove pedine, ritrovando anche Coronini, e che è alla ricerca della sintonia perfetta tra “vecchi” e “nuovi”. Inizia, in questo senso, un mese importante per il “rodaggio” che porterà alle sfide decisive della seconda metà di Aprile contro Roseto ed Agrigento prima del playoff, al quale i neroarancio potranno e dovranno arrivare pronti a stupire.

 

 

Nino Romeo per Reggioacanestro.it

LIOMATIC VIOLA REGGIO CALABRIA – PASTA GRANORO CORATO  72-52

VIOLA: Gambolati 8, Laganà, Paparella 11, Potì 10, Caprari 15, Coronini, Grasso 7, Ingrosso 3,

Agosta 16, Zampogna 2. Coach: Bolignano

CORATO: Vaiani 2, Ferilli 5, Serazzi 12, Onetto 22, Clemente, Marti, Piarulli 2, Lo Savio 2, Infante 5, Argento 2. Coach: Mangione

ARBITRI: Davide Emilio Balzarini di Milano (MI) – Sergio De Simone di Besozzo (VA)

 

PARZIALI: 17-13; 42-27; 58-37;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons